La strana esegesi dell’altrettanto esimio professor Oliva

Caro Raffaele,
sono esterrefatto nel rilevare come ogni mia parola, sia scritta che pronunciata, venga sottoposta a costante e indefessa attività esegetica da parte dell’altrettanto esimio professore Vincenzo Oliva.
Ne analizza nessi e relazioni, ne interpreta significati, a suo dire, reconditi, pervenendo a strampalate conclusioni.
Consapevole di ciò mi riprometto, in futuro, di trattare solo argomenti tali da lenirne la sofferta sensibilità, tutta spesa ad imbullonare il pensiero fisso di una presunta persecuzione ai suoi danni.

P.S.
Colgo l’occasione e come richiesto, t’invio un articolo per la sezione “Storia locale” del tuo sito.
Il titolo è “Quei militari austriaci deportati a Cosenza. La vicenda rimossa dei prigionieri nella Grande Guerra”.
Analizza un avvenimento che, nel lontano 1918, coinvolse anche la nostra comunità.
Rassicuro preventivamente l’altrettanto esimio professor Oliva che l’articolo non contiene riferimenti palesi o subliminali alla sua angelica persona.

Con rinnovata stima

Francesco Capalbo

Annunci

Una risposta a “La strana esegesi dell’altrettanto esimio professor Oliva

  1. Vincenzo Oliva

    Vedo con piacere che il signor Capalbo non ha nulla da controbattere ai fatti che ho messo in evidenza nel mio intervento precedente e preferisce, invece, trastullarsi con le parole.
    A ciascuno il suo hobby!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...