Risposta all’amico Vincenzo Oliva

Chiedo immediatamente scusa all’ing. Malfona per averlo individuato come Assessore ai lavori pubblici del Comune di San Sosti nel 2001 e conseguentemente per averlo criticato per la disattenzione verso programmi ministeriali di riqualificazione urbana che proprio in quegli anni sono decollati.
Resta comunque inteso che le critiche mosse sono da riferire all’Assessore “pro – tempore”.
L’ing. Malfona è persona di grandi vedute e non me ne vorrà.
A Vincenzo Oliva, nell’ordine, rispondo:
1) mi conferma lui stesso, anche da quello che dice nell’ultimo suo intervento e non solo, che il dibattito politico a San Sosti, alcune volte scade in “aspetti personalistici” e di “aggressione verbale”; che poi lui sia, in tale ambito, in posizione vittimistica, ne prendo atto e se così è gli esprimo la mia solidarietà.
Ma bisognerebbe avere, quantomeno, un contradditorio in merito.
2) sono certo di saper svolgere bene il mio ruolo di funzionario ministeriale (dal 2004 come Direttore Amministrativo), come sono certissimo che lui sappia svolgere altrettanto bene il suo ruolo di docente e lo informo che il mio lavoro non consiste nello stimolare, consigliare e informare gli amministratori del mio paese, se non espressamente richiestomi nelle sedi e nei modi istituzionali.
Se poi, quando stiamo passeggiando su via Nazionale o chiaccherando al bar o quando scrivo sul blog mi vengono poste alcune domande, questo è un altro discorso. In tal caso, sono un libero cittadino, che dice la sua, anche quando faccio rilevare l’assenza del comune di San Sosti in alcune opportunità di finanziamento.
Aggiungo che i Decreti Ministeriali e le Leggi di finanziamento sono pubblicate in Gazzetta Ufficiale e non c’è bisogno di Pietro Bruno per potervi accedere, bensì di amministratori sia di maggioranza che di minoranza, attenti, scrupolosi e fattivi.
Non sono tenuto a difendere, a rendere o non rendere buoni servizi ai miei amici, tra i quali mi onoro di considerare anche Vincenzo Oliva, ed ho usato il termine “persone rilevanti della politica sansostese” per indicare quel purtroppo assai ristretto gruppo, che a San Sosti si occupa di politica locale e che al momento è protagonista nel dibattito politico e non per indicare una classe di “Elite”.
Ricordo, comunque, all’amico Vincenzo che più che per le diatribe letterarie sono a favore della politica del fare e la mia disponibilità a proporre e a sviluppare opportunità per San Sosti è totale e va ben oltre la mia proposta di candidarmi a guidare una coalizione alle prossime elezioni comunali.
Anche lanciare un sasso in uno stagno di acqua che sembra immobile alcune volte può essere positivo.

Pietro Bruno

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...