Manifestazioni di massa e organizzazione di massa

Di Mario Viola


Chiedo nuovamente ospitalità sull’interessante sito, per fare alcune considerazioni in merito alle problematiche organizzative e sanitarie in occasione di grandi manifestazioni di massa.
Lo spunto è dovuto a quanto accaduto durante l’ultima festa del Pettoruto che, sappiamo tutti, è meta di una enorme quantità di persone (e quindi di macchine), radunate in spazi certamente insufficienti rispetto alle necessità.
Ne deriva che la folla presente cerca di trovare ogni possibile soluzione per parcheggiare, dimenticando di rispettare alcune semplici norme di sicurezza, un pò per trascuratezza, un pò per superficialità, ma molto per scarsa conoscenza di alcune fondamentali norme comportamentali in alcune particolari situazioni.
Così può succedere che se qualcuno ha bisoigno di un soccorso sanitario, questo non può avvenire perchè l’ambulanza deve percorrere chilometri a passo d’uomo districandosi tra gente che cammina per strada e macchine parcheggiate su entrambi i lati.
Se poi non è possibile nemmeno l’atterraggio dell’elisoccorso, si capisce come le possibilità di un intervento sanitario sono veramente scarse.
Sono ormai dieci anni che in Calabria è attivo il servizio 118 che è deputato ad intervenire in casi di emergenza territoriale: a questa struttura le normative nazionali affidano, tra le altre cose, anche il compito di promuovere l’educazione sanitaria particolarmente per quanto riguarda le emergenze che possono derivare da eventi potenzialmenti gravi che si possono verifcare in occasione di grandi eventi di massa.
Tutto questo in collaborazione con le autorità locali, con le forze dell’ordine, la Protezione Civile ed altre organizzazioni di volontariato.
Tutti sappiamo che ancora molto c’è da fare, l’auspicio è che le espeirenze vissute possano stimolare una presa di coscienza da parte di tutti coloro che sono deputati alla salvaguardia della salute dei cittadini, per iniziare un percorso di educazione sanitaria e civile che, non disgiunto dal necessario controllo del territorio possa, in futuro, far sì che nelle manifestazioni di massa siano evitati ritardi dovuti a situazioni che trascendono l’organizzazione del sistema 118.
Il nostro servizio è pronto ad un tale impegno.

dr Mario Viola
referente S.U.E.M. 118, ex a.s. 2 di Castrovillari

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...