Amara riflessione

Vorrei ricordare ai miei concittadini che in Italia da più di mezzo secolo vige un governo democratico, che consiste in una forma di governo in cui la sovranità appartiene al popolo; che la esercita attraverso i propri rappresentanti liberamente eletti. Cosa mi spinge a questa riflessione? Il fatto che molti commenti sul blog siano anonimi, e che su alcuni articoli leggo: la gente ha paura ad esporsi in prima persona, o ancora non si trovano nemmeno due anime per venire a manifestare davanti al comune sullo scempio perpetrato ai danni della fontana di Frà Govanni nonostante la maggioranza dei sansostesi siano incazzati neri. Allora la domanda sorge spontanea (come diceva qualcuno) di cosa hanno paura queste persone? Forse di perdere quei privilegi che negli anni hanno furbamente barattato con le varie figure di potere? Oppure non vedersi riconosciuti i propri sacrosanti diritti, che i vari furbetti di quartiere li fanno passare per << i piaciri >> quando invece hanno il dovere morale e legale di riconoscerli. O ancora aspettano in silenzio chi sarà il prossimo che siederà sulla poltrona più alta in grado; per poi ricavarne a solo uso privato il privilegio più grande?

Lo sò è una amara riflessione

Maria Teresa Cammarella

Annunci

Una risposta a “Amara riflessione

  1. AnOnImO fOrZaTo

    Maria Teresa, apprezzo molto il tuo post, davvero degno di nota.. Se non sbaglio, sono stato proprio io a scrivere di questo problema in risposta ad un articolo dove il Sindaco ammoniva l’uso dell’anonimato, inviando una lettera al caro Raffaele.
    Ecco, da qui nasce il mio nick.. sempre lo stesso.
    AnOnImO fOrZaTo.
    Io non avevo mai scritto in forma anonima prima di quella lettera, MAI.

    Internet (e non voglio allungare il brodo) si basa sul RAGGIUNGIMENTO ISTANTANEO DEL POLITICO, e sulla VELOCE E RAPIDA CONSIDERAZIONE/CRITICA, ANCHE ANONIMA (ma qui, di risposte alle domande ne abbiamo visto ben poche, e le gradiremmo!)

    L’anonimato è pienamente giustificato,NEI LIMITI CHE L’ETICA E IL BUON VIVERE CONSENTONO.

    Poi il discorso ” ‘du piaciri” è un’altra cosa.. chi lo ha avuto e critica, usa l’anonimo come valvola di sfogo……hai ragione.

    Ma GENTE COME ME, tendo a chiarirlo,E COME TANTI ALTRI, appartengono a quella schiera sansostese dove la parola “servilismo” non si è mai minimamente avvicinata.
    Conosco tanti altri anonimi, e fidati.. è gente davvero che non ha bisogno di nulla da parte del comune; è gente che da generazioni è contro a queste “forme comunali”; è gente che si sta costruendo un futuro con sacrificio e impegno, anche a centinaia di km da casa..e tra queste persone ci sono io.

    Uso l’anonimo solo per far capire che C’è, E SI PUò USARE.
    Quando sarà il momento, tranquilla, che metteremo tutti nome e cognome. E allora lì ci sarà da divertirsi!!!

    IL SERVILISMO SI COMBATTE SOLO CACCIANDO I “PADRONI INUTILI”, SOSTITUENDOLI CON GENTE CAPACE, E DANDO UNA SVOLTA FORTE E TENACE ALLE MENTI DEI GIOVANI. MA DAVVERO FORTE.
    Se no, sarà come avere una bronchite e prendere solo un’aspirina: difficilmente passerà la malattia.

    SAN SOSTI DEVE RINASCERE, SI CAMBIA.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...