Terzo sondaggio – Il Candidato a Sindaco del PD non è in grado di unire lo schieramento di maggioranza. Nell’opposizione serrato confronto tra innovatori e conservatori

La “Redazione”

Un confronto tra gli schieramenti

Coalizione

04-apr

02-feb

Differenza

Maggioranza

119

109

10

Opposizione

148

137

11

Scarto tra coalizioni.

29

28

1

Dalle analisi delle due rilevazioni di aprile e febbraio, si evidenzia come il gradimento dell’elettorato sansostese, che fruisce di un collegamento Internet, sia proteso verso lo schieramento di opposizione. Hanno scelto, in maniera implicita questo schieramento, 137 persone nel mese di febbraio e 148 nel mese di aprile.

Schieramento di Maggioranza

Nome

Voti 4 aprile

Voti 2 febbraio

Differenza

% 4 aprile

% 2 febbraio

% Differenza

Cundari

25

17

8

21,01

22,67

18,18

De Marco

36

27

9

30,25

36,00

20,45

DeSimone

17

2

15

14,29

2,67

34,09

Altri

41

29

12

34,45

38,67

27,27

Totale

119

75

44

100,00

100,00

100,00

 

La crescita di consensi più significativa è registrata da Mario De Simone che passa dal 2,67% al 14,29%. E’ in regresso il peso politico di De Marco all’interno della coalizione; il candidato del PD passa infatti dal 36% al 30,25% dei virtuali consensi. Si coniuga a questo dato la percentuale di elettori, 38,67% , che pur protendendo per la maggioranza, non si riconosce nei suoi candidati. Considerando che Cundari e De Simone rappresentano forze politiche che non sembrano accettare di buon grado la candidatura a capolista di De Marco, appare ridimensionata la pretesa egemonica del PD. L’assessore all’urbanistica non sembra “polarizzare” intorno alla sua figura consensi significativi. Lo stesso  non sembra possedere abilità di aggregazione essendo   percepito dai suoi stessi possibili alleati  come  poco rappresentativo. Il numero elevato di elementi che nel campione hanno scelto  la voce Altro conferma tale dinamica.

Schieramento di Opposizione

Nome

Voti 

4aprile

Voti

2febbraio

Differenza

% 4

aprile

% 2 febbraio

% Differenza

Malfona

42

10

32

28,38

12,35

47,76

Sirimarco

29

17

12

19,59

20,99

17,91

Zicarelli

45

33

12

30,41

40,74

17,91

Altro

32

21

11

21,62

25,93

16,42

Totale

148

81

67

100,00

100,00

100,00

Cresce nella coalizione d’opposizione il peso politico di Tommaso Malfona che passa dal 12,35% al 28,38% di gradimento. In diminuzione percentuale si rivelano i consensi di Zicarelli, che passano dal 40,74 % al 30,41% del terzo sondaggio; il giovane consigliere d’opposizione  rimane comunque  il più votato dei due schieramenti e appare, nel contesto del Web, come l’elemento che ispira più fiducia .

In aumento anche il numero di soggetti che pur simpatizzando per l’opposizione hanno scelto la voce Altro.

Lo Scenario in sintesi:
La maggioranza è in caduta libera perché, pur possedendo una consistente base elettorale, non sembra in grado di rendere omogenee le forze del suo schieramento. Poco credibile e poco “polarizzante” è percepita la candidatura a Sindaco di De Marco .

Il fronte politico che ha amministrato San Sosti nell’ultimo quindicennio è di conseguenza sulla soglia dello sfaldamento. Tale dinamica è accelerata anche dalle candidature antagoniste del Sindaco (PD) e del Vice Sindaco  (Udeur) nelle l’elezioni per il rinnovo del consiglio provinciale di Cosenza.

L’opposizione d’altro canto è impegnata in un confronto serrato tra quanti sostengono una politica d’innovazione e quanti, preoccupati solo di vincere, imbarcano tra le proprie file persone compromesse a vario titolo con le  precedenti amministrazioni.

Nota conclusiva
I confronti sono stati effettuati tenendo conto del totale dei voti riportati dagli stessi candidati nei sondaggi di febbraio e di aprile 2009. Per le considerazioni metodologiche si rimanda alle analisi degli altri sondaggi pubblicate sul nostro sito.

Annunci

3 risposte a “Terzo sondaggio – Il Candidato a Sindaco del PD non è in grado di unire lo schieramento di maggioranza. Nell’opposizione serrato confronto tra innovatori e conservatori

  1. …indicare “altro” sui sondaggi politici è come aiutare chi si candida, che a priori già sa di poter contare su 1/3 di voti in più ( 1/3 riferito a 3 candidati ovvaimente); chi si getta in politica non va aiutato con sondaggi aperti ma frenato con sondaggi a scelta chiusa..creando l’incertezza la lotta sarà più serrata e la possibilità di scoprire le carte maggiore, a vantaggio certamente dell’elettorato.

    Mi piace

  2. un normale cittadino

    Come siamo caduti in basso e come il tono del dibattito si stia impoverendo sempre più. E’ davvero penoso ! Invece di parlare di programmi e di idee concrete che finalmente potrebbero far uscire San Sosti da queste sabbie mobili, assistiamo ad una disputa di gradimento sulla figura del futuro Sindaco. Se penso poi ai nomi che circolano sugli ipotetici candidati siamo proprio alla follia e quasi provo vergogna a sentirmi un sansostese. Spesso si tratta di personaggi che non potrebbero e non dovrebbero ricoprire nemmeno la carica di consigliere in una borgata di fantasmi, figuriamoci se sarebbero in grado di rilanciare lo sviluppo in un paese che ha necessità di cambiare radicalmente e di competere coi tempi.
    Mi viene da rabbrividire ! Probabilmente saremo destinati ad altri cinque anni di inutilità con personaggi che penseranno solo alla poltrona e saliranno le scale del municipio pensando di salire quelle di Montecitorio . Quì invece occorre tanta umiltà e buon senso ; avere la consapevolezza di andare ad operare per una collettività che sta morendo , che è in agonia profonda.
    Sempre più assistiamo ad un declino inarrestabile : le attività economiche e produttive diminuiscono e quelle ancora operanti vivono periodi difficilissimi . Il calo demografico non è solo dovuto alla diminuizione delle nascite , ma soprattutto al fatto che nessuno decide di piantare radici a San Sosti, nessuna coppia di sposi si ferma quì perchè le condizioni di sopravvivenza sono difficili e non ci sono opportunità.
    E’ vero che nessuna amministrazione potrà risolvere il problema occupazione perchè le problematiche sono complesse e difficili , ma è però doveroso avviare e cercare di predisporre le iniziative che potranno invertire le tendenze con interventi che possano favorire lo sviluppo delle potenzialità che ci sono.
    Quanto ha scritto finora il Comitato è interessante e coraggioso; ci sono delle idee che se perseguite con impegno potrebbero aprire uno spiraglio di luce. E’ però necessaria una forte coesione ed unità di intenti.
    Credo perciò che sia ormai tempo di abbandonare questi sterili esercizi raffigurativi il cui fine è solo quello di far aumentare l’arroganza e la convinzione della validità a personaggi che invece dovrebbero proprio sparire dalla scena politica perchè tanto danno hanno fatto a San Sosti.
    Del resto il fallimento di certi personaggi è sotto gli occhi di tutti : una maggioranza che ha governato per 10 anni si è talmente sgretolata da non riuscire a mettere insieme nulla, tranne la presunzione , quella si, di credere di avere operato bene e di pensare di essere ancora indispensabili per questa nostra comunità.
    Infatti, uno sarà candidato a Sindaco, altri due hanno iniziato la scalata verso il paradiso ed altri ancora non hanno abbandonato la speranza di rimanere a galla e si trastullano con sondaggi che fanno loro stessi e che non esprimonono alcuna credibilità
    I cittadini di San Sosti si aspettano almeno un sussulto di dignità e che finalmente , cari vecchi amministratori, la smettiate di rovinare ulteriormente e definitivamente questo paese.
    Auguri San Sosti, puoi ancora farcela !
    Un cittadino senza psudonimi.

    Mi piace

  3. A VIDU NIVURA!!

    Gridare a gran voce il desiderio di vedere facce nuove,cervelli nuovi,modi di fare nuovi dovrebbe essere naturale dopo dieci anni sprecati,buttati via,anni che hanno prodotto solo danni alla collettivita’ e al territorio sansostese!!ai me!!in questi giorni come se nulla fosse successo si sentono ancora i nomi di chi ha prodotto tali scempi!!non e’ possibile!!non e’ possibile!!capisco i bisogni la poverta’ la disoccupazione,ma la gente capisce che tutti questi problemi sono stati creati proprio dai soliti vecchi,incapaci,ingordi veterani della politica!!c’e’ ancora gente che si lascia prendere per il c…o da perversi personaggi,senza regole e senza rispetto per chi ha seri problemi !!non credete alle false promesse!!o si cambia adesso o non si cambia piu’ perche’ tutto sara’ finito sveglia!!cercate il nuovo per cambiare le cose,il lavoro dev’essere un diritto garantito non promesso!!non si puo’ vivere ed essere schiavi di chi ti promette una cosa che ti tocca per diritto!!giovani sansostesi il lavoro si puo’ creare basta crederci!!gli amministratori attuali a tutto hanno pensato tranne che creare almeno i presupposti per iniziative imprenditoriali!!hanno fallito e il loro fallimento lo dimostrano con il loro silenzio!!adesso hanno smesso di parlare!!meditate gente meditate!!!!!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...