Considerazioni del Prof. Luigi Fiore sulla politica sansostese

Di Luigi Fiore

Come siamo caduti in basso e come il tono del dibattito si stia impoverendo sempre più. E’ davvero penoso!
Invece di parlare di programmi e di idee concrete che finalmente potrebbero far uscire San Sosti da queste sabbie mobili, assistiamo ad una disputa di gradimento sulla figura del futuro Sindaco. Se penso poi ai nomi che circolano sugli ipotetici candidati siamo proprio alla follia e quasi provo vergogna a sentirmi un sansostese. Spesso si tratta di personaggi che non potrebbero e non dovrebbero ricoprire nemmeno la carica di consigliere in una borgata di fantasmi, figuriamoci se sarebbero in grado di rilanciare lo sviluppo in un paese che ha necessità di cambiare radicalmente e di competere coi tempi. Mi viene da rabbrividire! Probabilmente saremo destinati ad altri cinque anni di inutilità con personaggi che penseranno solo alla poltrona e saliranno le scale del municipio pensando di salire quelle di Montecitorio. Quì invece occorre tanta umiltà e buon senso; avere la consapevolezza di andare ad operare per una collettività che sta morendo, che è in agonia profonda. Sempre più assistiamo ad un declino inarrestabile: le attività economiche e produttive diminuiscono e quelle ancora operanti vivono periodi difficilissimi. Il calo demografico non è solo dovuto alla diminuzione delle nascite, ma soprattutto al fatto che nessuno decide di piantare radici a San Sosti, nessuna coppia di sposi si ferma quì perchè le condizioni di sopravvivenza sono difficili e non ci sono opportunità. E’ vero che nessuna amministrazione potrà risolvere il problema occupazione perchè le problematiche sono complesse e difficili, ma è però doveroso avviare e cercare di predisporre le iniziative che potranno invertire le tendenze con interventi che possano favorire lo sviluppo delle potenzialità che ci sono. Quanto ha scritto finora il Comitato è interessante e coraggioso; ci sono delle idee che se perseguite con impegno potrebbero aprire uno spiraglio di luce. E’ però necessaria una forte coesione ed unità di intenti. Credo perciò che sia ormai tempo di abbandonare questi sterili esercizi raffigurativi il cui fine è solo quello di far aumentare l’arroganza e la convinzione della validità a personaggi che invece dovrebbero proprio sparire dalla scena politica perchè tanto danno hanno fatto a San Sosti.
Del resto il fallimento di certi personaggi è sotto gli occhi di tutti: una maggioranza che ha governato per 10 anni si è talmente sgretolata da non riuscire a mettere insieme nulla, tranne la presunzione, quella si, di credere di avere operato bene e di pensare di essere ancora indispensabili per questa nostra comunità.
Infatti, uno sarà candidato a Sindaco, altri due hanno iniziato la scalata verso il paradiso ed altri ancora non hanno abbandonato la speranza di rimanere a galla e si trastullano con sondaggi che fanno loro stessi e che non esprimono alcuna credibilità. I cittadini di San Sosti si aspettano almeno un sussulto di dignità e che finalmente, cari vecchi amministratori, la smettiate di rovinare ulteriormente e definitivamente questo paese.

Auguri San Sosti, puoi ancora farcela!

Luigi Fiore

Annunci

7 risposte a “Considerazioni del Prof. Luigi Fiore sulla politica sansostese

  1. A VIDU NIVURA!!.........

    Come non si puo’ condividere il pensiero esposto dal Prof Fiore!!le sue considerazioni sono la tealta’ ma mi sovviene immediata una domanda:caro Prof Fiore ma lei dov’era nei primi cinque anni della rovinosa giunta Bruno?e nella seconda se non sbaglio non era nuovamente un suo candidato?trombato ma candidato!!non le sembra che anche lei ci abbia messo del suo nella ormai risaputa catastrofe sansostese?ai posteri (ammesso che c’e’ ne siano,l’ardua sentenza).
    meditate gente,meditate!!!

    Ad ogni modo e’ sempre ben accetto il ripensamento o il pentimento!!!!

    Mi piace

  2. maria teresa modena

    A me, di fronte a questi giustizieri anonimi, mi viene da domandare: “ma voi sansostesi, mentre il paese andava in rovina, dov’eravate? Forse a far la fila davanti all’ufficio del sindaco per qualche piacere!”
    Siete così bravi a giudicare gli altri, ma bisognerebbe fare anche un pò di autocritica. O no?
    E’ molto più intelligente dire: “mi sono sbagliato” che dire: “io non sbaglio mai”.
    ..e perciò, bravo al professore Fiore.

    Mi piace

  3. Egregio Professore,
    ti lamenti dei candidati a Sindaco, io ti rispondo che è quello che si meritano i sansostesi. Sono sfiduciato per il futuro, perchè il popolo non è: attivo, partecipe, autonomo, colto. Nessuno capisce che si è creato un “circolo vizioso”: la classe politica è mediocre e San Sosti arretra, San Sosti riamane indietro e la classe politica non va avanti. Se il paese rimane in questa situazione nessuno se ne vedrà bene!
    Quanti di voi credono che San Sosti avrà un prossimo assessore o consigliere alla provincia?
    Quanti di voi pensano che passeranno la vecchiaia con i figli, vicini, che vivranno a San Sosti?
    Cari paesani miei, cambiamo la testa perchè, solitamente, l’esperienza insegna.. e come diceva Cicerone: “unicuique suum” (a ciascuno il suo).

    Mi piace

  4. A VIDU NIVURA!!.........

    Cara Maria Teresa qua non si vuole giustiziare nessuno anzi!!!chiediamo solo di capirci qualcosa.Forse tu non te lo ricordi ma il Prof Fiore ha davvero governato per cinque anni con l’uscente amministrazione,poi si e’ ricandidato con quella stessa compagine ,anche se non eletto.Ora io mi chiedo e chiedo al prof.Fiore di dirci come mai non li ha fermati prima,come mai non si e’ dissociato subito,visto che ribadisce il fallimento di questi ultimi dieci anni di governo!compresi i primi cinque,come mai si e’ poi ricandidato con loro,vedi cara Maria Teresa a differenza di te io voglio capirci qualcosa e ti dico che su tutto il resto dell’articolo del prof,Fiore sono completamente d’accordo e lo sottoscrivo.I sansostesi che pensano con la propria testa hanno il diritto di sapere e di fare domande a chi ha avuto responsabilita’ di governo,del resto stiamo parlando della cosa pubblica!!la stima per la persona non si discute e il prof.Fiore sicuramente non ha bisogno di difensori d’ufficio, ma se vogliamo veramente cambiare tutti assieme dobbiamo rileggere la storia e non nascondere la polvere sotto il tappeto.Quando al fatto di dove eravamo quando il paese andava in rovina ti rispondo subito:IO ero a San Sosti ed ero contro chi seppelliva il paese,purtroppo eravamo in pochi!!tu invece dov’eri?
    Meditate gente meditate!!!

    Mi piace

  5. maria teresa modena

    Caro/a ”A VIDU NIVURA” dov’ero quando? 10 anni fa? A Modena! Da quasi tre anni ho la residenza a San Sosti; se fai due conti ti accorgerai che, alle amministrative di quest’anno, sarà la prima volta che voterò a San Sosti.
    E ti dico pure che dal primo momento ho dimostrato apertamente la mia posizione senza nascondermi.
    Dato che io mi firmo con il nome e mi conosci, ma in fin dei conti chi ci dice che anche tu non sia stato un sostenitore di questa compagine?
    D’altronde l’attuale maggioranza nelle passate elezioni ha preso più del doppio dei voti!
    Qualcuno li avrà votati. O no?
    Ecco perchè ho voluto dire qualcosa a proposito del professore Fiore. Lui, almeno, si è dissociato da loro apertamente e io ammiro le persone che non hanno paura di metterci la faccia e il nome.

    Mi piace

  6. A VIDU NIVURA!!.........

    Te lo ripeto si e’ dissociato solo dopo, quando lo stesso non e’ stato eletto,fino a quel momento ha lavorato e tifato per gli uscenti amministratori!!e’ rimasto nelle menti di tutti quando in uno dei suoi ultimi comizi di piazza terninava il suo discorso auspicava che la sconfitta dell’altra lista potesse essere abbissale,quindi?ora ben venga il ripensamento!!ma perche’ solo dopo e non prima,quando ha fatto di tutto per ricandidarsi con la lista Bruno?ripeto chi ti risponde stima l’amico prof.Fiore,ma qualche domanda io me la pongo,dopodiche’ per me puo’ essere un ottimo candidato anche alle prossime elezioni.
    NB:se avessero votato la lista vincente tutti come il sottoscritto, non avrebbe preso nemmeno 10 voti!!!!!

    Mi piace

  7. Premetto che non avverto alcuna necessità di risposta all’anonimo, ma credo amico, che ha espresso dubbi sulla legittimità delle mie osservazioni. Questo tipo di dialogo non aiuta a crescere, svilisce il tono del dibattito e veramente dobbiamo affermare che “a vidu nivura”.
    Sarei invece turbato se le considerazioni del distratto anonimo avessero in qualche modo fuorviato quei cittadini che non seguono con assiduità quanto accade nella gestione della cosa pubblica.
    Credo che i miei comportamenti siano sempre stati improntati alla linearità e coerenza. Solo chi ha problemi di memoria non può ricordare alcune eclatanti diversità espresse in Consiglio .
    Tuttavia non posso elencare tutti gli aspetti , le lettere aperte e le iniziative intraprese con altri amici ; trovo che non sia il momento.
    Evidentemente l’amico anonimo , pur se animato da profondo amore per il suo paese, vive in altro luogo. Probabilmente è un cittadino che abita a Bra o in altro posto, altrimenti la memoria sarebbe stata più sveglia..
    Ma ciò assolutamente non vuole costituire motivo di polemica.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...