Su quattro zampe con le ali

Di Francesco Marasco

Quando la maestra della scuola elementare chiedeva in classe, ad ognuno, cosa avesse voluto fare da grande, i miei compagni, dopo una breve pausa di riflessione rispondevano decisi: “Io il dottore!”, ” Io il meccanico!”, ” Io l’avvocato!”… Io, invece, non rispondevo mai, diventavo muto, ma avrei voluto fare l’aviatore. Mi vergognavo di dirlo perché non intendevo esattamente diventare un pilota d’aerei, ma di un asinello con le ali. Immaginavo il ciuco portarmi in groppa oltre il volo degli uccelli, nel vento alto, tra le nuvole bianche, mantenendomi aggrappato con le mani alle sue orecchie lunghe lunghe, come se fossero briglie. Insieme ci saremmo divertiti da matti a giocare tra le stelle e attorno alla luna, a nascondino. Finalmente potevo ammirare da vicino quello che con stupore guardavo tutti i giorni a bocca aperta e con il naso all’insù. La notte nel lettone della nonna con gli occhi chiusi, prima di addormentarmi, solo lui mi era di conforto. Pensavo cose …

Continua a leggere su

www.francescocapalbo.bogspot.com

Annunci

2 risposte a “Su quattro zampe con le ali

  1. Bravo Francesco Marasco!

    Caro Francesco, continua a far sentire la tua voce da Treviso.
    Abbiamo bisogno della tua intelligenza e del tuo amore per risollevare San Sosti dal baratro nel quale è sprofondato.
    Scrivi ancora, ricordaci cose che noi abbiamo dimenticato.
    Rimani sempre legato alla tua terra perchè dove non cavalcano i cavalli pascolano gli asini!
    Approfitta di queste 2 belle iniziative culturaliGoladelrosa.eu e Mille storie, mille memorie messe in piedi da Raffaele Rosignuolo e Francesco Capalbo e che permettono alle cose belle e buone del nostro territorio di essere conosciute in tutto il mondo.
    Viva la vera cultura!

    Nicola

    Mi piace

  2. Simpatico il “corto” di Francesco, che conosco e stimo (ma che purtroppo non vedo da molto tempo).
    Solo una precisazione, ad onore del vero, se il racconto vuole mantenere le radici con la realtà…

    “Al centro in alto sono distinguibili l’amata maestra Aragona Nucaro Pina ed il Direttore Didattico Antonio Intrieri ”

    bhe, l’amata maestra volata in Paradiso, la “signora Pina” stimatissima maestra e persona, è per fortuna ancora presente tra noi;
    mentre il Direttore della foto -ne ho la certezza- è Raffaele Sparano di San Donato, trasferitosi a Belvedere.

    Per dovere di cronaca,
    ad maiora……

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...