I Consiglieri di minoranza in risposta all’articolo:”Se Cartagine piange, Roma non ride!”

Di “I consiglieri di minoranza”

Sulla base di quanto letto nell’articolo “Se Cartagine piange, Roma non ride!” ci sembra opportuno chiarire alcune parti così da precisare quali siano realmente le azioni messe in atto dall’attuale minoranza consiliare, dimostrando l’assoluta estraneità rispetto a ciò di cui viene accusata da P. Bruno.

A tal proposito ci permettiamo di ricostruire la “telenovela giornalistica” per chiarire a tutti l’evolversi dei fatti. Giorno 1 luglio è stato pubblicato il primo articolo sulla Gazzetta del Sud dove viene riportata, dal giornalista presente al Consiglio Comunale, la posizione assunta dalla minoranza riguardante la presunta incompatibilità del Sindaco nonché la posizione espressa dal consigliere di maggioranza Oliva e dal sindaco Sirimarco. E fin qui a noi pare che non ci sia nulla di esagerato o di scandaloso.
Ricordiamo ancora l’articolo pubblicato sullo stesso giornale il 3 luglio. Qui si parla di campagna diffamatoria della minoranza nei confronti del Sindaco, si afferma che tutti i debiti che determinavano l’incompatibilità erano stati saldati, anzi pagati in più, e il sindaco ci definisce “pseudo avversari”, nonostante abbiamo ricevuto 730 consensi dalla popolazione, il 50% della stessa.
Chiarito l’evolversi iniziale della vicenda, ci deve scusare il difensore P. Bruno se ci siamo permessi di rispondere e dire la nostra versione dei fatti nell’articolo dell’8 luglio pubblicato sulla Gazzetta del Sud.

In quanto alle tasse non pagate dall’attuale sindaco lei P. Bruno ci accusa, o meglio accusa De Marco, di non aver fatto nulla per far saldare questi debiti negli anni in cui l’hanno visto amministratore. Dobbiamo ricordarle però che per quanto presente nelle ultime 3 amministrazioni (in qualità di consigliere nella prima e assessore nelle altre due) il consigliere di minoranza da lei ricordato non ha mai avuto una delega specifica in materia di tributi, come invece è capitato proprio a lei, che ricorderà bene di essere stato vice sindaco con delega al bilancio. Ma lei quando ne aveva potere e competenze cosa ha fatto? Nulla. Il contrario invece ha fatto il suo successore P. Cundari, che ha messo in atto le giuste e doverose azioni nei confronti dei cittadini morosi, tra cui l’attuale sindaco Sirimarco.

La minoranza non ride se San Sosti piange, anzi, non potendo ignorare queste situazioni importanti e pericolose che riguardano e interessano tutta la nostra comunità, si limita a mettere in pratica delle “azioni di legalità” che la legge consente qualora vengano meno dei requisiti necessari a poter ricoprire una carica tanto importante. Non siamo noi a dover giudicare questa situazione, non avendone né potere né competenze, ci limitiamo a fare il nostro dovere fornendo alla comunità e alle autorità competenti le informazioni necessarie, certi di non aver mai fatto un passo fuori da quanto consentito dalla legge!

I Consiglieri di minoranza

Annunci

19 risposte a “I Consiglieri di minoranza in risposta all’articolo:”Se Cartagine piange, Roma non ride!”

  1. ERRARE E' UMANO MA PERSEVERARE E'..........

    E’ senz’altro compito della minoranza o opposizione informare i cittadini e le autorita’ competenti qual’ora gravino sul nuovo sindaco situazioni presunte di incompatibilita’,quello che non torna e che non fa chiarezza al di la’ del leggittimo compito di divulgare le notizie e’,come mai il problema tasse non sia stato reso noto ai cittadini durante la campagna elettorale?cari consiglieri di minoranza, si ha la sensazione che il problema lo abbiate fatto emergere solo dopo aver perso le elezioni e non prima,se le elezioni le avreste vinte, tutto questo rumore non lo avreste sicuramente prodotto,tutto sarebbe stato accantonato,tutto sarebbe tornato come prima,come nei quindici anni precedenti.Hai voglia a dire che vi siete prodigati a invitare spesso L’ing.Sirimarco a regolarizzare la sua posizione!!avete omesso l’applicazione della legge prevista per la riscossione forzata dei tributi evasi!!al momento nessuno ha notizie di immobili pignorati di atti ingiuntivi e quant’altro.Quello delle tasse ha rappresentato per voi il classico asso nella manica(se vinciamo tutto va bene,se dovessimo perdere e be…allora tiriamo fuori il discorso tasse),questo comportamento anche se leggittimo,non e’ corretto politicamente ed eticamente,e’ scorretto sopratutto nei confronti dei cittadini che andavano informati prima,ora e’ tardi e questa telenovella diventa ancor piu’ antipatica se continua nonostante pare che i debiti siano stati pagati…..o no,a voi le prove….

    Mi piace

  2. Sono d’accordo con la minoranza, facciano il loro dovere!

    E’ lecito per un’opposizione politica, che tra l’altro è sostenuta dal 50% del paese, muoversi in tal senso!
    Faccio una considerazione al commento del tizio del 15 luglio ore 17.47.
    Le pongo un quesito: ma lei, 5 anni fa, a chi ha votato? 5 anni fa Vincenzo Bruno vinse con il doppio di voti su Oliva.. secondo statistica potrebbe essere uno di loro con il 66% di probabilità.
    Leggo spesso dei famosi 15 anni rovinosi per San Sosti! Allora 5 anni fa perchè due sansostesi su tre hanno riscelto Bruno?
    E’ facile, a posteriori, tirare le somme, così com’è facile oggi dire che, prima dell’esito elettorale, bisognava uscire con la storia dei debiti.
    Dunque, non facciamo gli ingenui (furbi), ma cerchiamo di fare chiarezza e soprattutto sciogliere tutti i nodi del presente per poter garantire un futuro di buona amministrazione al paese.
    Con tutto il rispetto che merita il Sindaco, come ruolo e come immagine, bisogna però fare chiarezza propio per l’importanza che tali ruoli assumono (minoranza compresa)!

    Mi piace

  3. Fate pace con voi stessi...............

    Prima vi lamentate che la storia dei debiti sia stata strumentalizzata nella campagna elettorale porta a porta o nel comizio di chiusura, poi vi contraddicete e vi lamentate che se ne parli solo ora, poi vi adagiate sugli errori commessi dalle precedenti amministrazioni, poi vi contraddite se vi si fa notare che i presunti errori commessi in passato (la non riscossione forzata dei tributi evasi) la minoranza non vuole che si ripeta ora (e quindi chiedono al sindaco di pagare le tasse)… ma non vi va bene proprio nulla!
    Le amministrazioni passate non hanno niente a che vedere con la minoranza di oggi!
    Se l’ing. Sirimarco è cambiato dall’ultima volta che ha ricoperto (permettetemi di ricordare: disastrosamente) il ruolo di sindaco, perchè non possono essere cambiati anche coloro che hanno fatto parte o sostenuto la precedente amministrazione?
    E’ giusto il titolo del primo commento: errare è umano ma perseverare è……. ma è corretto solo il titolo, che come sempre viene contraddetto nei contenuti: se è vero il luogo comune citato dall’anonimo mi pare che sia vero anche il fatto di non poter contestare alla minoranza di oggi che non sta perseverando nel presunto errore commesso dalla maggioranza di ieri.
    Qui, l’unico a perseverare in 20 anni è stato colui che non ha pagato le tasse. Punto!
    E se parli di politica, etica e morale, chiedi al tuo caro sindaco dove se l’era messa l’etica e la morale quando non interessandosi dei suoi concittadini (se non nel distribuire qualche posto di lavoro da poter utilizzare come strumento di campagna elettorale)continuava a non pagare le tasse! Perchè penso che tu, anonimo come me, sappia che il mancato pagamento anche solo di una sola tassa anche solo per una volta anche solo di una sola persona incide sul benessere di tutta la comunità. Pensa quando la storia si protrae per 20 anni!
    E riguardo all’asso nella manica: poteva essere tale anche in campagna elettorale, ma poi voi che amate girarvi la frittata a piacimento, avreste detto che era solo un modo per far perdere credibilità al candidato, l’avreste definito uno squallido attacco personale……..
    Ma allora cosa volete realmente??
    Se il sindaco ha pagato fior di euro di tasse sarà comunque sempre e solo grazie alla minoranza che ha posto il problema dell’incompatibilità,che voglio ricordare è prevista da una norma ben definita, non se l’è mica inventata Cenzino,Franco, Antonio o Enzo……
    Ah, ma forse voi avreste avuto maggior piacere nel farvi amministrare e guidare da un evasore….forse anche voi avete le stesse manie di evasione……..forse a voi piacerebbe vivere in un paese di evasori….beh certo, solo in un paese così sarà possibile costruire il futuro di cui tanto vi riempite la bocca! Pensa tu che futuro!

    Mi piace

  4. ERRARE E' UMANO MA PERSEVERARE E'..........

    Lo vedremo nei prossimi mesi chi ha e chi non ha pagato le tasse in questi squallidi quindici anni!!lo vedremo.Vedremo come e’ stato amministrato il nostro paese e di questo informeremo costantemente i cittadini sansostesi,vedremo chi ha evaso e chi ha sempre pagato!!la verita’ fa’ male,la verita’ dice che San Sosti in questi ultimi quindici anni si e’ spopolato,indebitato,immiserito,e’ stato sempre ed inesorabilmente sporco.LSU ed LPU imboscati,Pettoruto sottratto ai sansostesi,fiera del Pettoruto persa,opere pubbliche fatiscenti dalla nascita e non funzionali,quattrini pubblici spesi per opere che andranno rifatte perche’ disastrate,socialita’ e solidarieta’ ai minimi storici,ecc.ecc..ma di cosa parlate siete le stesse persone che fino a un mese fa’ amministravate,vogliamo continuare sugli scempi fatti,vedi arco di trionfo,vedi fra giovanni abrutita,vedi il castello della rocca e la sua strada abbandonata e disastrata,non si e’ fatto un piano viario interpoderale,vedi le vie del centro storico rifatte con materiale talmente scadente da dover essere rifatto dopo pochissimi anni,la sola cosa che sapete dire e’ che Michele non puo’ fare il sindaco perche’non ha pagato le tasse al momento giusto,lui ha sbagliato,ma voi cosa avete fatto per San Sosti.Vogliamo continuare?i misfatti sono talmente tanti che ci vorrebbe un anagrafe apposita dei misfatti!abbiate almeno la coerenza e la delicatezza di accettare la sconfitta.Quanto alle manie da evasione delle tasse,fatevi sotto e andiamo tutti a controllare,pubblicamente chi a San Sosti paga e ha pagato sempre le tasse ,chi e’ un cittadino per bene e chi non lo e’,andiamo a verificarlo tutti,uniti, e se c’e’ qualcuno che ha fatto il furbo a danno della collettivita’ denunciamolo,sputtaniamolo,io sono pronto,ma non venite a dirmi che siamo usciti da un periodo florido e prosperoso perche’ dite menzogne,San Sosti e’ alla frutta,vedi anche la chiusura della cassa di risparmio,vedi il cinema chiuso da anni,vedi la emigrazione e la disoccupazione giovanile.Se a te e’ andata tutto bene caro anonimo del 20 luglio ore 20,54 si vede che sei stato un privileggiato,perche’ la povera gente in questi anni ha sofferto e tanto te lo assicuro.Il vostro capo lista perdente e’ uno della vecchia guardia e’ uno che ha amministrato ininterrottamente per 25 anni per cui ha poco da lamentarsi,quanto ai giovani e meno giovani candidati per la prima volta nella lista perdente tanto di cappello e di rispetto.Iniziate piuttosto a fare opposizione sulle cose concrete e sui fatti.

    Mi piace

  5. Daniela De Marco!

    Non entrerò nel merito delle polemiche riguardanti la situazione tributaria del Sindaco Sirimarco perché trovo se ne stia già parlando abbastanza e la verità sarà giudicata da chi ne ha realmente il potere e le competenze per farlo. Non entrerò nel merito delle contestazioni che si stanno facendo nei confronti della vecchia amministrazione per l’operato degli ultimi anni perché penso che anche di questo si stia parlando troppo; ad onor del vero se ne sarebbe dovuto parlare prima con tanta foga e interesse, ma forse è più questo l’asso nella manica di cui si parla in giro.. se davvero tutto era catastrofico perché non interessarsi prima per il bene della comunità e non aspettare di farla “soffrire così tanto” come qualcuno afferma.

    Ma dopo aver letto i numerosi commenti ai diversi articoli che si stanno alternando su questo giornale interattivo ho sentito di nuovo forte l’interesse a voler dire anche la mia, sperando di non turbare anche stavolta gli animi di qualche insicuro. Ho letto di presunti attacchi personali, ho letto incitamenti ad aspettare i fatti prima di giudicare (ma fatti ancora non ne sono arrivati), ho letto prese di posizioni a priori senza giustificazioni, ho letto.. ed ora vorrei scrivere. Ciò che scriverò, mi permetto di precisare, è solo la percezione mia personale di ciò che ho visto e vissuto in questo periodo, è relativa infatti solo ad alcuni specifici aspetti del vivere comune.

    Qualche giorno fa transitavo in macchina lungo via Piano della fiera: nel tratto di strada davanti il pam era “impossibile” transitare.. c’erano macchine parcheggiate (anche poco allineate al bordo della strada bensì tendenti al centro della carreggiata) su entrambi i lati, con il poco distante parcheggio vuoto!
    Poi, lasciata la macchina per non incorrere di nuovo in quel disguido tecnico, ho continuato la mia passeggiata a piedi, sempre in via Piano della fiera, ed ho constatato la situazione in cui si trovano i marciapiedi e le cunette: non si ponu guardà!!

    Ho letto i manifestini di un’ordinanza firmata dal Sindaco in data 17 giugno che prevedeva entro 10 giorni dalla sua pubblicazione, l’obbligo (con eventuali multe e sanzioni per chi non si atteneva a quanto richiesto) di ripulire i terreni privati per prevenire incendi, e permettetemi di aggiungere, anche per prevenire fastidi ai proprietari limitrofi od anche ai pedoni che vogliono passeggiare sui marciapiedi laddove i predetti terreni dovessero essere a “taglio di strada”. Facendo una panoramica del territorio, quanti di questi terreni sono stati ripuliti? Se non totalmente (come sarebbe consono e civilmente apprezzabile, ma non obbligatorio) almeno per i 3 metri obbligatori ai confini.

    Ho letto un altro manifestino in cui si sospende l’attività della raccolta differenziata perché ovviamente è scaduto il finanziamento annuale e quindi bisognerà aspettare il prossimo sovvenzionamento. Bene, ma non si poteva pensare di continuare il servizio (come è successo l’anno scorso) usufruendo del personale comunale? Così da evitare una diseducazione della comunità che già tanti sforzi ha dovuto fare in passato per abituarsi a differenziare i rifiuti nelle 4 buste?? Forse era più consono sacrificare la forza lavoro comunale piuttosto che gli ottimi risultati raggiunti finora con la raccolta differenziata.

    Anche nel commento precedente al mio si riparla di LSU. Non volendo contestare le affermazioni di un anonimo per una scelta comunicativa personale, mi permetto però di far notare che le strade del paese sono nelle stesse condizioni di qualche mese fa, sporche e vuote di addetti al servizio. Penso che questa “opera” sia di tal facile messa in pratica che i suoi risultati dovevano essere imminenti e concreti.

    Il decoro della cittadina (tanto caro a tutti) presumo che dovesse essere il primo obiettivo verso cui mettersi in cammino. O sono altre le priorità? Forse la fiera?? Eh si, riportare le tradizioni.. ma quali sono davvero le tradizioni? E soprattutto perché tanto interesse nei confronti del Piano della fiera per il ripristino della fiera e non per la pulizia e l’ordine delle strade?? Sarebbe lodevole che alle riunioni (non so bene come chiamarle) per organizzare il “trasloco della fiera” vengano invitati a partecipare almeno tutti gli abitanti del Piano della fiera: chi più di loro potrà aiutare l’amministrazione a capire quali sono i problemi, le necessità, le preoccupazioni, relative al ripristino della fiera (non tradizionale, perché se non erro quella davvero tradizionale era la fiera degli animali e si svolgeva su questa via quando le case non c’erano ancora) nel vecchio sito. Comunque, in merito a questo argomento, che mi interessa da molto vicino data la mia abitazione, aspetto proposte concrete per poter dire anche la mia.

    Mi piace

  6. Pizziche e tarantelle

    Il mio vuole essere un intervento abbastanza provocatorio e per tutelarmi decido di anonimare il mio commento, mi scuso anticipatamente con tutti i lettori del giornale per questo.
    Inizierei col dire che i sostenitori della minoranza ultimamente, come non mai, mi fanno sorridere…tutti vi chiederete il perché… La risposta è davvero semplice, infatti sia la nuova amministrazione comunale che i sostenitori esterni, ora che si riparla del debito, non ancora onorato interamente, dell’ ing. Michele Sirimarco si mettono sulla difensiva. Ci accusate di non aver tirato fuori la questione del debito durante la campagna elettorale, ma voi sapevate benissimo chi stavate votando e i debiti che aveva nei confronti del comune, inoltre la nostra lista era formato da persone educate che non si permessa di offendere a livello personale. Un altro punto che mi preme sottolineare è quello della fiera… Il nostro caro vice-sindaco vincenzo oliva deve prendersi le proprie responsabilità e ammettere che prima che lui stesso si presentasse e perdesse, all’ elezioni comunali tenutesi 5 anni addietro, era il primo che denunciava il fatto che i poveri barraccanti, non essendo attrezzata via piano della fiera dei bagni chimici, soddisfavano i propri istinti biologici in posti appartati, e talvolta nelle vicinanze del centro abitato. Allora la domanda è una sola… al caro dott. Vincenzo oliva disturba forse il fatto di aver perso 5 anni fa le elezioni comunali?Questo resterà un mistero…
    Parlate inoltre delle strade inagibili…Sbaglio o voi prometteste di migliorare la situazione stradale nei publici comizi???… Per di più, sia la minoranza che noi sostenitori, siamo stati accusati di non esserci rassegnati di aver perso, e come ci dovremmo rassegnare vedendo quali elementi sono stati eletti nel nostro comune? Ricordate infine che eleggendo una persona che ha per anni ricevuti solleciti di pagamenti non è solo lui ” l’evasore” ma tutti voi. Allora, a questo punto non riesco a trattenermi dal fare un in bocca al lupo speciale al mio piccolo centro,affinché sopravviva dalla nuova amministrazione. Saluti cordiali a tutti e scusate l’anonimato usato per il problema già citato sopra.

    Mi piace

  7. Da onesto cittadino che sempre e puntualmente alle scadenze dovute ho pagato le mie tasse, sento il dovere di sollecitare la nuova amministrazione a segnalare al più presto i nominativi di quante più persone non hanno adempiuto a questo loro obbligo. Il capro espiatorio del dissesto comunale sembra sia stato il nuovo sindaco Michele Sirimarco con le sue evasioni fiscali…………………… ma state zitti , non dite sciocchezze!!!!!!!!!! Non è stato l’unico, anzi , mi auguro che presto i disonesti evasori che tacciono e passano per corretti cittadini , vengano svelati, giusto per incrementare un pò le casse del nostro ormai misero Comune.Vero??????????????????

    Mi piace

  8. Caro Ricky hai in teoria perfettamente ragione……..ma la differenza tra “cittadini che non hanno pagato le tasse” e “cittadino che non ha pagato le tasse e ora vuole fare il sindaco” è che quest’ultimo dovrà amministrare il bene comune……….ti pare poco??????????Quindi non mi pare sia adatto parlare di capro espiatorio………la legge!! la legge!!la legge!!la legge non è un capro espiatorio!!!!!!!!!!!!!!

    Mi piace

  9. Daniela De Marco!

    Eh beh.. sono troppo in buona fede io!
    Mentre aspettavo un cenno positivo di coinvolgimento generale per la (ri)organizzazione della fiera ecco comparire già “le frecce degli affittuari” e gli “accordi di affitto”..
    Mi dispiace davvero tanto che nessuno abbia (anche negativamente) risposto al mio commento, solitamente tra anonimi succede.. a quanto pare la firma (e la faccia) non è sempre ben vista! Ma soprattutto mi dispiace che non abbiano accennato a rispondere coloro che avrebbero avuto il “dovere civico” di farlo, visto che quando c’è da dire altro (soprattutto da attaccare o da difendersi) utilizzano questo strumento comunicativo senza problemi.
    Mah, forse l’analisi e le considerazioni di una cittadina 25enne qualunque non toccano e non interessano nessuno. Pace.. e bene per San Sosti!

    Mi piace

  10. ERRARE E' UMANO MA PERSEVERARE E'..........

    Tu cara Daniela non sei una cittadina”QUALUNQUE”!sei la nipote del capo lista sconfitto e questo,significa essere spudoratamente di parte!punto!in quanto al tuo commento ti rispondo subito,dopo aver comunque precisato che siccome ti conosco”a parte la politica”ti rispetto come persona e per quello che fai nella vita.Un mese di amministrazione comunale corrisponde ad un trecentesimo di tempo passato dalla vecchia compaggine ad amministrare il paese,pertanto troppo presto inizi a lamentarti,mi sembra un po’ pretestuoso e di parte dire che dinanzi al pam le tante macchine poco allineate e il parcheggio vuoto ti impedivano di passare,ed e’ di parte parlare dell’erba ai bordo della strada vicina al pam stesso,la situazione e’ identica ad um mese fa’ e sai perche’?perche’ la tua amministrazione vecchia ha pensato di predisporre per il mese di luglio un piano ferie da imboscata,tutti al mare,la nuova amministrazione ha trovato il comune letteralmente vuoto ripeto tutti al mare e tutti insiemme in una sola volta.La prassi vuole che solo un terzo del personale puo’ andare in ferie,che suddivisi in tre turni garantiscono la presenza di due terzi di personale al comune “a lavorare”,mentre il restante terzo se la puo’ spassare al mare o ai monti.La tua vecchia amministrazione ha pensato bene di mandarli tutti insieme al mare cosi’ facendo ha azzerato tutti i servizi.Bravi,cosi’ si fa’ se vi e’ il rischio di perdere le elezioni.Al rientro pero’ di tutti i marinai,vedrai che le cose cambieranno e saranno tutti ai posti di lavoro che li compete!nonla vedra la tua erbaccia e sopratutto sara’ completamente diverso dal passato,quanto l’erbaccia era la sola cosa visibile,unita alla solita e accudita sporcizia generalizzata delle strade.Salteranno fuori tutti gli evasori statene certi!e ci saranno delle belle sorprese!!
    ai posteri……………

    Mi piace

  11. cumi ni vena na pigliamu

    cumi ni vena na pigliamo.. è inutile ormai fare tutto questo casino e gettare del veleno. Quest’ultima campagna elettorale ha avuto come vincitore, l’ing Sirmaco, ed è giusto così considerati gli ultimi 5 anni disastrosi della vecchia amministrazione, vedi pulizia strade, vedi traffico, (LIMITATO, ma non perchè non ci fossero autoveicoli, ma perchè un solo Vigile Urbano non può sopperire al lavoro che andrebbe fatto da almeno 3 persone), veditaglio delle erbacce, e per rispondere alla signorina De MArco se mi è concesso, anche il vecchio sindaco scriveva l’ordinanza per il taglio delle stesse, atto dovuto per prassi, ma gli incendi li abbiamo avuti comunque.
    Sarebbe giusto ora ed opportuno attendere qualche periodo possibilmente di breve durata per vedere quali saranno le nuove soluzioni che troveranno i nuovi amministratori e da buoni cittadini analizzeremo i risultati per poi poterli criticare od elogiare.
    Per quanto riguarda la fiera io sono uno/a di quelli/e che preferiscono la fiera dove si trova. é giusto che un mercante debba pagare i privati per poter sostare su un suolo pubblico?in fine quale lato se si dovesse spostare la fiera verrà usato? quello dell’ass di desrta o quello dell’ass di sinisrta? ci sono cose molto più importanti da risolvere nel nostro paese…un augurio ad i nuovi amministratori!!!

    Mi piace

  12. Rispondo all’amico Stop, facendo una mia considerazione,” secondo te a chi attribuisci la colpa maggiore per l’evasione delle tasse del nostro attuale sindaco? “Io onestamente dico che in primis la colpa è d’attribuire all’amministrazione uscente che ha taciuto per anni questa grave inadempienza e che solo ora, data la tragica perdita , ha evidenziato questa illegalità. Adesso,amico Stop, io capisco benissimo che tu vorresti non venissero fuori i nomi degli altri evasori, perchè sperando nella costante vittoria elettorale, dormivano sonni tranquilli.Tu dici che gli altri eventuali evasori sono solo cittadini e non è il sindaco che deve amministrare il bene comune………..A questo punto, faccio un appello ai nuovi amministratori, tenete duro e non arenatevi , noi abbiamo bisogno di chiarezza e che ben vengano le belle sorprese al rientro dei marinai……………………

    Mi piace

  13. le cose cominciano a cambiare

    ho appreso con molto piacere che da alcuni giorni il comando della polizia municipale è stato trasferito nei locali di origine, all’interno del palazzo municipale stravolgendo un pò gli ordini delle stanze che cambiavano periodicamente tanto che ogni volta che si andava al comune e si andava allo stesso ufficio non si trovava l’addetto cercato…sarà definitiva tale ed ultima disposizione!
    MI CHIEDO, e chiedo agli amministratori, quando avremo l’onore noi cittadini di vedere le cose ritornare alla normalità?
    Quando vedremo gli LPU e gli LSU svolgere le loro mansioni fuori dal comune e senza “sedia”?

    Mi piace

  14. non dimentichiamoci nemmeno che l’opposizione di questi ultimi 5 anni non ha fatto opposizione politica od amministrativa, ma solo opposizione personale…

    Mi piace

  15. solamente parole!!!

    mi viene da ridere sentire queste cretinate dall’amico errera è umano ma perseverare è….. perchè le uniche persone che qui stanno perseverando siete voi perchè non sapendo rispondere ai cittadini vi attaccate all’operato di questi ultimi 5anni…pensate a pagare o debiti,pensate ad aporare correttamente(anche se la vedo dura) e dopo noi cittadini giudicheremo….chiacchierate di meno e operate di più!!!!!!

    Mi piace

  16. E’ proprio vero,……………… loro hanno operato brillantemente senza chiacchiere, alla nuova amministrazione, quindi, non sono permesse le chiacchiere ma solo l’operato……………… Stiamo a vedere……………

    Mi piace

  17. Solo una cosa ai Consiglieri i minoranza: Voi che gridate allo scandalo poichè dite che l’attuale Sindaco non ha pagato le tasse in tutti questi anni. E voi dove eravate? Perchè non lo avete messo molto prima in condizione di regolare le sua posizione di ipotetico evasore?
    E poi, siete veramente sicuri che tutti i cittadini sono stati trattati da voi allo stesso modo….? Cioè in modo equo? I fatti dimostrano il contrario!

    Mi piace

  18. L’alternanza…..

    Una delle cose belle della democrazia è proprio l’alternanza, essere trombati, e perdere le elezioni, aiuta colui che ci sbatte contro, ad una maggiore riflessione sui propri errori.

    Ad maiora

    Mi piace

  19. LA TERZA VIA..........

    E siccome gli errori sono stati talmente tanti dovrebbero almeno avere l’educazione di far lavorare i nuovi amministratori e iniziare a parlare solo davanti alle cose reali che fara’.La verita’ e’ che si erano talmente abbituati a frequentare i locali del municipio da auto convincersi che era di loro proprieta’,ecco il perche’ della loro delusione!!!sono state vinte libere e democratiche elezioni,per cui dovete solo fare gli auguri ai nuovi amministratori e sperare che riescano a risolvere almeno in parte i problemi accumulati negli ultimi anni per il bene di San Sosti e dei Sansostesi.Sono d’accordo con pasquino che perdere le elezioni dovrebbe servire a riflettere sugli errori commessi e porvi rimedio perche’ non si ripetano in futuro.Se la passata amministrazione avesse amministrato bene i cittadini l’avrebbero premiata,se cosi’ non e’ stato e’ perche’ i cittadini non hanno apprezzato il suo operato ed e’ stata punita.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...