CONSIDERAZIONI SULL’ANONIMATO

Di Angelo Martucci

Siamo ormai tutti consapevoli che Internet, se utilizzato in modo corretto, è la più grande risorsa del nostro tempo; un mega villaggio globale dove non esistono barriere, non esistono dogane, non esistono diversità. Una grande comunità multimediale in cui ognuno può esprime liberamente il proprio pensiero, il proprio modo di essere.
Un grande strumento in grado di proiettare anche piccole comunità come San Sosti in campo internazionale.
Ormai da tempo frequento, devo dire con rinnovato interesse il sito goladelrosa e ritengo sia un patrimonio a disposizione di tutti, che va salvaguardato, ma nello stesso tempo, usato nel modo più appropriato. A tal proposito mi vengono in mente alcuni interessanti articoli scritti da nostri compaesani che non vivono più a San Sosti e grazie al sito riescono a seguire le vicende della nostra comunità anche a diversi chilometri di distanza, o agli articoli di persone che non sono di San Sosti come il mio carissimo amico Stefano Carbone di Crotone o di un altro mio amico Costantino Frontera di Tinos, in Grecia, i quali riescono a dare giudizi disinteressati (da esterni) in merito ad alcune vicende che talvolta noi sansostesi, direttamente coinvolti emotivamente, non riusciamo a vagliare nel modo più appropriato.
Leggendo alcuni scritti per lo più di anonimi, mi rendo conto delle notevoli potenzialità intellettuali, purtroppo nascoste, di cui dispone la nostra piccola comunità. Spesso rimango colpito della padronanza espressiva, sintattica e soprattutto della straordinaria capacità di analisi che dimostrano alcuni di questi “senza nome”.
Leggendo, poi alcuni commenti agli articoli (quasi sempre anonimi) mi fermo un attimo a riflettere sulla straordinaria capacità di replica che alcuni dimostrano di possedere.
Uno tra i più assidui commentatori è “l’anonimo” Antonio, un ragazzo di San Sosti, come lui stesso tiene a sottolineare nei suoi commenti, precisi, garbati, senza mai scadere nel volgare e nella “sceneggiata” il quale riesce ad analizzare, talvolta con sottile ironia,  ma con spiccato senso critico, le diverse vicende che riguardano i problemi della quotidianità sansostese.
Commenti come quelli dall’anonima “Zia Concetta”, un’altra giovane donna sansostese, sintetizzano il malessere comune ai giovani lontani dalla propria terra, dalle proprie famiglie per ragioni di studio o di lavoro.
Il ritorno a San Sosti è un’amara constatazione di una crescente immaturità culturale ed intellettuale, generata dalla rassegnazione  e dall’indifferenza verso problematiche che a volte sembrano insormontabili.
In considerazione di tutto ciò mi chiedo come mai persone così valide ed intellettualmente mature debbano continuare a nascondersi nell’ombra dell’anonimato nel momento in cui il nostro paese ha bisogno di nuove idee per poter ripartire con rinnovato slancio.
Sono convinto che la maturità intellettuale si deve per forza misurare dalla capacità di assumersi anche delle responsabilità morali ed uscire dall’anonimato, senza timori di ritorsioni o di compromettenti posizioni, diversamente si rischia di scadere nella dialettica volgare e cabarettistica, che spesso costituisce una cornice stridente ad alcuni argomenti seri ed impegnativi trattati proprio nelle pagine del sito goladelrosa.

Angelo Martucci

Annunci

9 risposte a “CONSIDERAZIONI SULL’ANONIMATO

  1. Devo ammettere che il Dott. Martucci, in parte, ha ragione quando dice che bisogna assumersi le proprie responsabilità intellettuali ed uscire dall’anonimato.
    E’ altrettanto vero che certe idee e certe prese di posizioni è difficile che vengano accettate, persino dalle persone che sono più vicine, il Dott. Martucci questo lo sa bene.
    Personalmente non temo nè ritorsioni, nè altro, perchè non ho mai pensato di vivere in un regime totalitario e non ho mai avuto paura di nulla, anche perchè non ho mai chiesto niente a nessuno.
    Più semplicemente, l’anonimato mi consente di esprimere liberamente il mio pensiero, in merito a questioni che in un piccolo borgo come San Sosti, potrebbe sembrare fazionistico e pilotato.

    Mi piace

  2. Zia Concetta

    La vita è come una partita di calcio: giocatori, arbitri e spettatori. Io sono giocatrice, il mio amico, Dott. Martucci che dei tre?

    Mi piace

  3. Sinibaldo Diurno

    Condivido in pieno quanto espresso da Angelo, rispetto il pensiero di Antonio, non ho capito “zia Concetta” che pure in passato mi ha sempre deliziato con i suoi aricoli e le sue puntuali repliche.
    Sarà un mio limite?
    Buon ferragosto a tutti;
    Sinibaldo Diurno del 1964

    Mi piace

  4. sono d’accordo con l’amico dott. Martucci bisogna uscire dall’anonimato ed avere il coraggio di afrontare le conseguenze di quello che si dice. Bravo Angelo. Saluti Anonimi

    Mi piace

  5. Condicio sine qua non

    Mi piace

  6. Fabio Novello

    Caro Angelo, che dire sai che prima di te li ho sempre condannati…..però…… complimenti come al solito

    Mi piace

  7. Condannate, condannate, chi è anonimo resterà tale.

    Mi piace

  8. Angelo Martucci

    Che brutta espressione che hai usato, Ricky!
    Io invece immagino due o tre di questi anonimi in prima linea…perchè, a giuducare di come scrivono, mi pare abbiano le idee chiarissime ed una visione globale dei problemi che riguardano il nostro paese…

    Mi piace

  9. ....ti dirò chi sono

    Caro Angelo sono d’accordo con te.
    Dopo tanto tempo ho deciso di dare un’occhiata a questa specie di link forum che tutto è tranne che un punto di informazione verso i cittadini e gli utenti che lo utilizzano per fare pettegolezzo.
    Ho deciso di rimanere anonimo perchè già più volte ho scritto al responsabile di questo servizio chiedendo di eliminare e non pubblicare gli articoli anonimi in modo da garantire un dialogo telematico pressocchè aperto e conoscendo i propri interlocutori.
    Ma così non è stato!!! aloora circa 8/10 mesi fa ho deciso di non visitare più questo strumento.(come tutte le cose, se uno strumento è saputo utilizzare se ne vedranno i frutti)
    é da ammirare il ruolo che svolge il responsabile del servizio ma credo che ancora oggi non abbia capito che ci sono persone che ne fanno di questo strumento un utilizzo inappropriato, ma questo non viene tenuto conto per il semplice fatto che al Sig Raffaele non interessano le facce delle persone sugli articoli, ma bensì le visite giornaliere su questo non so più come definirlo.
    Cerchiamo di far cambiare questo strumento.
    …..leggi e pubblicalo…
    nno leggi e se non ti interessa non lo pubblichi….se accetti l’anonimato dovrai pubblicare tutto.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...