Dossier Touring Club Italiano “MUSEI ARCHEOLOGICI 2008”

Di Pierino Calonico

NEWS: http://www.archeopollino.it

Nel 2008 lo Zoo della Città di Pistoia ha ottenuto più visitatori dei Musei Archeologici Nazionali presenti nella Regione Calabria! La notizia nasce dall’analisi del Dossier “MUSEI ARCHEOLOGICI 2008” del Tuoring Club Italiano che, tra l’altro, ha stilato la top “Trenta” dei Musei Artistici-Storico-Archeologici e scientifici più visitati in Italia. Dal Dossier risulta, a dir poco, clamorosa la scarsissima attrattiva di tutti i Musei Archeologici Calabresi.

In particolare emerge come Scimmie, Leoni, pappagalli ecc. sono di gran lunga più visitati dei fantastici “Bronzi di Riace”, esposti, permanentemente, presso il Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria. Infatti il giardino Zoologico della Città di Pistoia ha ricevuto nel 2008 N. 154.227 visitatori, mentre il Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria N.130.696 visitatori, ben oltre 23.000 visitatori in meno!

Questa emblematica, significativa, realtà fotografa l’incredibile anonimato in cui versa l’inestimabile Patrimonio Culturale della nostra Regione. Siamo, purtroppo, lontanissimi dall’essere protagonisti nel “Gotha” dei luoghi Italiani rilevanti sul piano artistico-archeologico. La stessa guida del Touring Club Italiano che, in una specifica e dettagliata Cartina, raffigura in rosso le aree più visitate ed in chiaro quelle meno visitate ed interessanti, evidenzia un’Italia divisa a metà: un centro – nord in rosso, sgargiante ed un Sud spoglio e sbiadito che salva la faccia solo con l’inserimento di alcuni siti archeologici e tutti dislocati tra la Regione Campania e la Regione Sicilia.

Tra  queste due Regioni dell’Italia Meridionale il “Nulla”… un deserto! Assolutamente nulla… neanche una misera freccetta a segnalare i Musei Archeologici Nazionali di Reggio Calabria, di Sibari, di Crotone, di Locri, di Vibo Valentia… nulla nell’annuale Dossier del Touring Club Italiano.. niente Bronzi di Riace, niente Testa del Filosofo, niente Kouros, Capo Colonna , Capo Rizzuto, Monasterace e Gerace..nulla! Eppure le ultime, recenti, analisi sul Patrimonio dei Beni Culturali dell’umanità affermano che ben il 60% del Patrimonio Archeologico Mondiale è situato nel Sud Italia e quasi il 20% nella nostra Regione!

Ovviamente c’è qualcosa che non và… infatti, aldilà del simpatico, ma fatuo, spot con il grande calciatore Gattuso, la nostra Regione è, assolutamente, priva di una seria politica per la valorizzazione e diffusione del nostro straordinario Patrimonio Culturale che, in quanto tale ed a prescindere dalle dichiarazioni ufficiali, è di fatto un incredibile “Bene dell’Umanità”! La situazione dei nostri Beni Culturali, più volte da noi denunciata, è allarmante.. e ancor di più “Turba” l’ipocrisia delle Istituzioni Politiche Calabresi che, assolutamente da sempre,  pongono i Beni Culturali ed il Turismo Culturale in primo piano, su un piedistallo, come nostra grande realtà, ora come settore strategico, ora l’unica vera eccellenza, ma da sempre la via privilegiata per l’agognato sviluppo della Calabria!

La verità è che siamo fermi all’anno zero! Intanto occorre, letteralmente, salvare centinaia e centinaia di siti ed aree archeologiche dallo stato, vergognoso, di abbandono in cui versano e dalle quotidiane azioni vandaliche, di scientifica spoliazione di unici e millenari reperti… occorre poi una gigantesca azione mirata alla ricerca, alla valorizzazione e diffusione di tutto il nostro meraviglioso Patrimonio Archeologico.

Occorre, infine, per la nostra Regione credere e puntare sul nuovo filone del turismo culturale, quello “Didatico-Scientifico” … quindi serve dotare di tanti servizi e strumenti innovativi i nostri “Tristissimi” Musei e i nostri Parchi Archeologici..(apertura serale, caffetterie, ristoranti, mini residence, shopping point, baby parking attrezzati ecc..).

Con urgenza serve per la nostra Regione la capacità di mettere in campo professionalità in grado di coinvolgere e stimolare in modo efficacie il turista contemporaneo, raggiungere e stimolare le Scuole di ogni ordine e grado (il turismo scolastico Calabrese ignora, per lo più, le nostre eccellenze e predilige i viaggi all’estero!), il mondo Universitario Italiano ed Estero, occorre che il settore produca una forte occupazione… occorre in buona sostanza tutto ciò che manca nella nostra Regione.. banalmente: “L’applicazione del nuovo Codice dei Beni Culturali ed una seria politica di valorizzazione e diffusione del Patrimonio Culturale per creare una concreta e seria Offerta di Turismo Culturale!”.

La speranza è l’ultima a morire.. ma, in generale,  la strada per lo sviluppo in Calabria è tutta in salita… e, sinceramente, io non vedo, ancora, scalatori locali all’orizzonte in grado di lottare per tentare di vincere la corsa!

Pierino Calonico - Ispettore Onorario per i Beni Archeologici della Calabria

Pierino Calonico - Ispettore Onorario per i Beni Archeologici della Calabria

Annunci

Una risposta a “Dossier Touring Club Italiano “MUSEI ARCHEOLOGICI 2008”

  1. Buonasera, Propongo un articolo particulare parlando della bellezza di Venezia … Grazie in anticipo avvisarmi del vostro interesse. Fiorella GIOVANNI, Fotografa e scritrice

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...