AFFINCHE’ LA MORTE DI ANGELA NON SIA VANA

Di Raffaele Rosignuolo

Non abbiamo fatto a tempo a meditare sulla notizia del giorno precedente, quando una Ferrari impattando su altre auto, alle porte di Roma, ha provocato la morte di 4 persone e l’interruzione di una gravidanza, che oggi dobbiamo apprendere la notizia dell’incidente che è accaduto alla sig. Angela Laino di San Sosti.

La strada è assassina, non importa se alle porte di Roma o nelle campagne di un piccolo paese come San Sosti: la probabilità di causare ad altri o subire le tragiche conseguenze di un incidente stradale è la stessa. La cosa più drammatica, spaventosa e difficile da accettare è che spesso ci si trova, senza volerlo, ad essere al centro di tragedie e pagare un prezzo altissimo per cause addebitabili ad altri. Purtroppo, le strade sono percorse da tutti: persone attente, premurose, ma anche persone che non si rendono conto che l’imprudenza può essere causa di immani tragedie.

Quello di oggi è stato un evento drammatico che ha colpito tutta la comunità; in pochi istanti, la povera Angela ha perso la vita nella sua Fiat Uno bianca, con la quale, tutte le mattine, raggiungeva il posto di lavoro.

Penso che il sacrificio di Angela debba essere sempre presente nella nostra mente, soprattutto quando ci troviamo a guidare un’auto; solo così, forse, la sua morte non sarà stata vana.
La vita è un dono prezioso che dobbiamo custodire con tutte le nostre umane capacità: non si deve mettere a repentaglio, neanche per un solo istante, perché, a volte, basta un istante per distruggerla e lasciare nella disperata desolazione i propri cari.
Anche nella guida, come nel quotidiano è importante avere il massimo rispetto verso il prossimo, non causare mai situazioni che possano creare dolori e lutti per i nostri simili

Il sorriso di Angela lo ricorderemo sempre, ma soprattutto ricorderemo una madre premurosa che ha perso la vita mentre si recava sul posto di lavoro, un lavoro che lei affrontava con abnegazione per consentire ai suoi cari una vita dignitosa.

Con i sentimenti della più profonda solidarietà, la redazione di questo giornale esprime la sua vicinanza al caro Cenzino, marito esemplare, ed ai figli Angelo, Luca e Valentina.

 

Annunci

9 risposte a “AFFINCHE’ LA MORTE DI ANGELA NON SIA VANA

  1. PASQUALE RANUIO

    E’ un periodo molto triste per il nostro paese,in pochi giorni abbiamo pianto per la perdita di Franco Sirimarco,di Costantino e adesso questa inaspettata e tragica perdita di Angela.Anche il mio pensiero va’ al ricordo del suo sorriso spontaneo e cordiale,non e’ possibile che nel 2009 si debba morire per un banale incidente stradale,si fa’ veramente poco per la sicurezza stradale,fa’ poco lo Stato che non ammoderna le nostre strade ormai sempre le stesse da un secolo,non fanno niente i nostri comuni per pretendere che queste infrastrutture siano adeguate ai tempi.Trent’anni fa viaggiavano pochissime auto,oggi sono almeno venti trenta volte di piu’ ma le strade sono sempre le stesse.Nessuno si muove per miglorare le cose e poi le conseguenze le paga la povera gente!!Troppo con faciloneria si relagalano auto di grossa cilindrata a nuovi patentati,i giovani(ve lo dice uno che ha lavorato tanti anni nella polizia stradale),appena patentati si sentono forti e potenti al volante,non sanno la pericolosita’ dell’arma impropria,se gestita male,che si chiama autovettura.Veramente peccato quando si deve piangere per la perdita di una madre di tre figli,non ci sono parole!!!

    Mi piace

  2. Mi unisco al forte pensiero di Raffaele e sopratttutto porgo le mie più sentite condoglianze alla famiglia ed al mio amico Angelo, mio caro collega. Le parole spesso possono essere belle, piene di significato, sentite, urlate, ma sicuramente la cosa più importante sono i fatti. Gli ubriachi alla guida, le sostanze stupefacenti assunte soprattutto dai giovani, le strade sconnesse, gli incroci pericolosi (ne ho visti moti di incidenti mortali purtroppo per il mio lavoro e vi dico che è orrendo); insomma tutto ciò non va punito e combattutto ma soppresso. I politici, gli amministratori si facciano carico di tutto ciò e cerchino di dare il loro contributo fattivo al cambiamento. Non si pensi solo alla fiera o al bilancio, ma si pensi moloto di più alla sicurezza sulle strade, in casa e dappertutto. E soprattutto, mi rivolgo agli amici più stretti della famiglia Gamba-Laino, che non pensino solo al funerale, ai fiori, ad accompagnare l’amica Angela verso l’ultimo suo viaggio, ma soprattutto che stiano vicini ai figli ed al marito il più possibile quando tutto lo strazio del funerale finirà. Il dopo è importante, il futuro di tutti è importante, perchè l’assenza di una madre, di una grande madre com’era Angela peserà molto e quindi nei prossimi tempi sarà più importante stare vicino ai tre nostri giovani amici ed al loro padre. Uniamoci al loro dolore ora e per sempre. Ciao Angela pensa a noi da lassù

    Mi piace

  3. Anche se siam lontani nn vi lasceremo mai soli, questa e’ una grande perdita, Angela era una persona meravigliosa piena di vita, sempre allegra , con tanta voglia di vivere, ed e’ questo che ci ha trasmesso, Angelo abbi tu la forza di tirare avanti la tua famiglia…………….sara’ dura lo so andare avanti senza una mamma nn e’ facile, ma tu sei forte so’ che con il tempo lo farai………un abbraccio forte a tutti voi …………

    Mi piace

  4. Mariafilomena

    Un sorriso aperto, pieno di gioia, grinta, tenacia, ironia, simpatìa, capacità di elargire tanto affetto con piccoli gesti, amore incondizionato verso i figli ed il marito, questo e molte, molte altre cose era Angiolina. Per me in molti momenti tristi ha rappresentato una presenza rassicurante. Sono profondamente addolorata ed indignata per quanto è successo. Sicuramente bisogna intervenire rendendo le strade più sicure, ma bisogna soprattutto responsabilizzare chi le percorre senza rispetto per la propria vita e quella degli altri, anche con punizioni esemplari da parte della legge. Spero che ci sarà tanto affetto ed attenzione verso la meravigliosa famiglia che Angiolina ha creato. Tità, non ti dimenticherò MAI, il tuo sorriso resterà sempre tra i miei ricordi più cari.

    Mi piace

  5. Ciao Angioliona. Solo oggi riesco a scrivere qualcosa perchè nei giorni passati la sofferenza per la tua scomparsa non mi ha permesso di farlo. Voglio immaginare che tu possa leggere queste poche parole attrverso le quali vorrei esprimerti quanto mi manchi. Penso ai bei momenti passati insieme, alle nostre chiacchierate e ai tuoi sorrisi….indimenticabili! Penso alla tua presenza sicura nei momenti più difficili e ai tuoi consigli. Mi mancheranno. Vorrei stare vicino ai tuoi figli perchè so che la vita senza una mamma non è facile. Spero di poter dare loro un pò di conforto.
    Spero che la tua morte non sia vana e che chi ha sbagliato paghi affinchè altre innocenti giovani vite come la tua non debbano pagare per la follia e la stupidità di chi non ha una coscienza.

    Mi piace

  6. Condivido pienamente quello che dicono Francesca e Mariafilomena, il tuo sorriso resterà sempre tra i nostri ricordi più cari… con affetto Stefania.

    Mi piace

  7. Angelo Martucci

    In circostanze come questa, ogni commento, ogni parola è inutile.
    Non dobbiamo dimenticare che a cento metri di distanza ha perso la vita un ragazzo di soli 22 anni. Alle istituzioni, tutte le istituzioni, pongo la domanda: a quanti automobilisti quel tratto di strada, se così possiamo chiamare quella mulattiera che però mette in comunicazione quasi tutti i comuni della valle dell’Esaro, deve rubbare la vita prima che vengano presi seri provvedimenti?

    Mi piace

  8. mi unisco al dolore k la povera famiglia Gamba sta provando….nn oso nemmeno pensare quanto sia grande…è vero,le strade sono quelle k sono….ma nn dobbiamo perdere di vista quello k è il punto fondamentale della storia…e cioè i BULLI AL VOLANTE….il caso della indimenticabile ANGELA è eclatante, e soprattutto dovrebbe far riflettere….quella strada è così pericolosa innanzitutto perchè sn PERICOLOSI i ragazzi k la frequentano (Casello, Altomonte ecc…)…nessuno se la prenda a male,ma è la pura verità…sono davvero tanti i ragazzi k li pensano solo al MEZZO….alla VELOCITà… conseguenze???? o si uccidono….o peggio…tolgono la vita ad una mamma giovane cm lo era ANGELA…questo nn è giusto e deve far riflettere le TESTE CALDE….Il mio pensiero finale va all’amico ANGELO…fatti forza…sarà durissima ma c’è la farai…abbi fede in DIO…siamo tt nelle sue mani …t abbraccio forte…

    Mi piace

  9. Tua nipote debora

    Per sempre un ricordo impresso nella mente…!
    Spero che la dove sei mi ascolti . Non ho mai avuto il corragio e l occasione di dirti che ti voglio molto bene . Cara zia mi manchi tanto , sarai sempre nei miei pensieri . Non riusciro mai a comprendere perché cosi presto , tu una zia cosi brava , sempre gioiosa e dolce . Anche se ora non ci sei piu resterai sempre la mia zia che amavo tanto e che amero per sempre. Il tuo ricordo restera per sempre impresso nella mia mente . Ogni giorno non c’é un solo secondo che non penso a te . Zia ti amo tanto . Tua nipote debora .

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...