Memoria e Futuro

Di Grazia La Cava

Il secolo scorso è stato testimone di grandi avvenimenti: la prima guerra mondiale, il ventennio fascista, la seconda guerra mondiale.
La formazione e l’educazione di quelli della mia generazione, pur non avendo assistito in maniera diretta a quei tragici eventi, non ha potuto non subirne l’influenza.
I nostri nonni e i nostri padri, attraverso le loro dirette testimonianze ci hanno, in qualche modo, resi partecipi di grandi sofferenze ma anche di grandi passioni civili e di quotidiane lotte per la sopravvivenza.
continua a leggere su www.francescocapalbo.blogspot.com

Annunci

2 risposte a “Memoria e Futuro

  1. ANONIMOAILAVORIFORZATI

    BASTA CONTARE GLI ITERVENTI A QUESTI ARTICOLI CULTURALI PER RENDERSI CONTO DELLA BASSEZZA CHE HA RAGGIUNTO LA CALABRIA. IO HO PIU’ VOLTE CITATO I FATTI DI UNA LOCALITA’ VICINO TORRE MELISSA FRAGALA’ DOVE I NOBILI DETENTORI DI POSSEDIMENTI DI TERRE PREFERIVANO TENERLE INCOLTE E NON DISTRIBUIRLE AI CONTADINI PER COLTIVARLA. IN QUESTA LOCALITA’ SPERDUTA NELLA NOSTRA BELLA CALABRIA CIRCONDATE DA CAMPI DI UN COLORE GIALLO ORO E DA UNA LUCE INTENSA CAMPEGGIANO LE LAPIDI DI TRE GIOVANI CADUTI TRA CUI UNA DONNA. ERA UNA CALABRIA POVERA QUELLA DI QUEL PERIODO STORICO, MA PIENA DI GRANDE DIGNITA’. OGGI LA CALABRIA E’ UGUALMENTE POVERA MA NON VI E’ UNA DIGNITA’ MORALE CHE CI SPINGE A RIBELLARCI CONTRO COLORO CHE HANNO AVVELENATO IL NOSTRO TERRITORIO E CONTRO QUELLA PARTE, ABBASTANZA NUMEROSA DELLA POLITICA, CHE GOVERNA SOLO IL PROPRIO INTERESSE E PRESTIGIO PERSONALE. SAN SOSTI E’ IL MICROCOSMO DI QUESTA REALTA’ MERIDIONALE I CUI COSTUMI ORMAI SONO DEL TUTTO DEGRADATI. CITO SAN SOSTI PERCHE’ ANCHE QUI LA POPOLAZIONE E’ PASSIVA, SUCCUBE DELLE DECISIONI O MEGLIO DEI CAPRICCI DI QUEL DETERMINATO POLITICO DI TURNO. LA POPOLAZIONE DI SAN SOSTI MA POTREI DIRE DELLA CALABRIA IN GENERALE NON HA LA DIGNITA’ PER AGIRE, PER IMPORRE LA SUA IDEA DI FONDO CHE CHI GOVERNA LO FA E LO DEVE FARE ESCLUSIVAMENTE PER IL BENE DELLA COMUNITA’ E DEL TERRITORIO. FORSE VENDITTI NON AVEVA TORTO QUANDO HA RACCONTATO CHE PER TROVARE LA CULTURA BISOGNA ANDARE ALTROVE. E’ UA VERITA’ SE LO SI LEGGE DA UN’ALTRA ANGOLAZIONE: IL SOLE 24 ORE, AUTOREVOLE GIORNALE ECONOMICO, PORTAVA UNA NOTIZIA SUI DIPLOMATI MERIDIONALI E SUL PROLIFERARE DEI 100, EBBENE IL GIORNALE SOSTENEVA LA TESI CHE NEL SUD E LA CALABRIA NON E’ ESENTE SI VIENE RACCOMANDATI FIN DALL’ESAME DI MATURITA’. MI CHIEDO ALL’UNIVERSITA’ E NEI CONCORSI COSA NON SUCCEDE. LA CULTURA NON REGNA PIU’ IN CALABRIA O MEGLIO VI E’ SOLO UNA PICCOLA PERCENTUALE CHE RAGGIUNGE LO SCOPO, IL FINE CON ABNEGAZIONE, SACRIFICIO ED ORGOGLIO. MI AUGURO CHE PROPRIO QUESTI ULTIMI, SEMPRE CHE NON DEBBANO EMIGRARE PER LAVORO, RISOLLEVINO LE SORTI DI QUESTA BELLISSIMA REGIONE.

    Mi piace

  2. Sinceramente condivido tutte le riflessioni del Signor Anonimoailavoriforzati al bellissimo articolo “Memoria e Futuro”…anche i miei genitori mi hanno testimoniato e trasmesso le drammatiche loro esperienze (le vicissitudini, le crudeltà, le sofferenze, le privazioni, le reazioni civili e di grande coraggio…) del “Ventennio Fascista”, del periodo pre e post bellico..sino a tutti gli anni cinquanta..gli anni della disperazione e dell’emigrazione di massa verso le due Americhe..anni di lotta dura o di sottomissione per chi non trovò il coraggio di emigrare. Ma oggi in Italia viviamo l’ennesima involuzione..ancora si ripropone il pericolo della deriva autoritaria..” Fascista”! Da qualche anno, ormai, nel mio piccolo, pubblico e denuncio, in ogni occasione, la seguente, sintetica, triste e sinistra affermazione: “Oggi in Italia la “Cultura della Legalità” è ridotta al lumicino..nel meridione d’Italia ed in Calabria in particolare, il vero dramma sociale è “L’illegalità diffusa”..che, purtroppo, si alimenta, ancora, dei bisogni primari…traditi e si accompagna all’ipocrisia dei “Benpensanti” ed al falso “Perbenismo”! La reazione è vicina..minacciosi nuvoloni neri addensano il nostro orizzonte..una violenta tempesta è in arrivo! Noi siamo forse pronti e preparati al peggio?
    Pierino Calonico

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...