Trecento famiglie di San Sosti non pagheranno più l’energia elettrica.

Di Raffaele Rosignuolo

Il comune di San Sosti intende investire sull’energia pulita e rinnovabile e, con la manifestazione “300 tetti fotovoltaici”, consentirà a 300 edifici di non pagare più bollette per la fornitura elettrica, in quanto verranno installati 300 impianti fotovoltaici da 3 kWp ciascuno.

Come fare per aderire a questo progetto?
Per prima cosa, bisogna fare la domanda di adesione (può essere scaricata da qui) e, una volta compilata in ogni sua parte, deve essere consegnata presso l’Ufficio Tecnico del Comune di San Sosti. La domanda per l’adesione è gratuita e non vincolante ai fini di un eventuale contratto con l’azienda che installerà l’impianto fotovoltaico sul tetto. Una volta effettuata la domanda, bisognerà attendere il parere vincolante dei tecnici della “Commissione Energia” che potranno accettare o respingere la richiesta, all’atto della valutazione. La domanda verrà respinta se riguarda tetti che non presentano le caratteristiche  previste dal regolamento, come: buona esposizione ai raggi solari, superficie maggiore di 8m2, integrità strutturale ecc.

Quali sono i vantaggi?
Dal momento che si stipulerà il contratto con l’azienda che installerà l’impianto, per 20 anni non si pagherà più l’energia elettrica. L’installazione dell’impianto, la manutenzione, la messa in esercizio e le spese per il corretto funzionamento sono a carico della ditta. In cambio di tutto ciò, tale ditta incasserà il vostro “conto energia”.

Quali sono le spese?
Bisognerà pagare 250 euro al comune di San Sosti come spesa legata all’istruttoria della domanda (da versare solo nel momento in cui si procederà con il contratto).

Alcuni dettagli del contratto, come le spese per lo smaltimento dell’impianto dopo 20 anni (chi dovrà pagarle!?), non sono ancora noti, in quanto si attende di ufficializzare un contratto fra il nostro Ente e la ditta; quindi, per i particolari, bisognerà attendere ancora qualche giorno. Nel frattempo, si consiglia, a chi dovesse essere interessato, di consegnare al più presto la domanda di adesione (gratuita e non vincolante) la cui scadenza è fissata per il 9 febbraio 2010.

Il Giornale Interattivo raccoglierà eventuali domande per qualsiasi chiarimento.

Raffaele Rosignuolo

Annunci

2 risposte a “Trecento famiglie di San Sosti non pagheranno più l’energia elettrica.

  1. Caro Raffaele, mi insegni che l’efficienza energetica di tali pannelli non è altissima e -di contro- normalmente destinata a diminuire nel tempo. Al momento non abbiamo uno storico concreto tale da permettere a qualcuno di garantire 20 anni il materiale attuale, a meno di non utilizzare gli ultimi ritrovati black con efficienza altissima e durata superiore ai 15 anni (da dimostrare ;-).
    Come coniò qualcuno, la domanda nasce spontanea (affinchè gli interessati abbiano chiarimenti in merito): al decrescere della resa vi sarà manutenzione straordinaria? se NO, come sarà gestito un eventuale negativo del conto energia?

    Mi piace

  2. Raffaele Rosignuolo

    Si, è prevista la manutenzione a carico della ditta. Visto che il contratto ha una durata di 20 anni, oltre che un dovere legale è un interesse ecomico dell’azienda mantenere l’impianto sempre alla massima efficienza possibile, per l’intera durata del contratto. Nel caso in cui, come giustamente tu fai notare, il rendimento non è quello che ci aspettiamo oggi, anche dopo soli 7 anni di vita, allora la ditta dovrà sostituire i vecchi impianti con quelli di nuova generazione.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...