Le domande dell’IDV sulla manifestazione “Trecento tetti fotovoltaici”

Di Giuseppe Fiore

In riferimento al bando per la concessione di contributi per la realizzazione di 300 sistemi fotovoltaici di potenza di 3 Kwp promosso dal Comune di San Sosti si osserva quanto segue:
Se è obbligatorio una società per ottenere i finanziamenti in conto capitale,  come mai l’amministrazione comunale, tanto sensibile ai bisogni dei cittadini, non si è resa conto che anche San Sosti avrebbe potuto costituire una società per l’installazione dei pannelli fotovoltaici, anziché rivolgersi sempre al mercato esterno? La costituenda società, attraverso una procedura ad evidenza pubblica, avrebbe potuto vincere la gara, quindi aggiudicarsi l’0pera.
Se ricordo bene, a San Sosti esiste già uno studio che si occupa di fotovoltaico. Come mai l’amministrazione

non si è rivolta anche a questo studio?
Evidentemente l’Amministrazione ignora che l’evidenza pubblica, per l’affidamento di forniture di beni e servizi e per le opere pubbliche, è legge dello Stato. La trasparenza non è materia che interessa all’Amministrazione comunale, in barba a qualsiasi norma e regola.
Comunque, a prescindere, l’amministrazione ha fatto l’interesse del cittadino, secondo i suoi principi di trasparenza, partecipazione e legalità.
Ma, se anche ogni singolo cittadino può presentare domanda di finanziamento a fondo perduto, allora l’Amministrazione non ha fatto l’interesse dei cittadini, ma l’interesse del Comune e di altri, a danno dei cittadini medesimi.
Anche il bando non è assolutamente chiaro, perché in esso non è menzionato il soggetto finanziatore ed il soggetto proponente, quest’ultimo naturalmente sarà scelto dal Comune di San Sosti, nonché non sono chiari i costi che dovrà sostenere il richiedente. Non sono menzionati i Kwh prodotti da un impianto di potenza di 3 Kwp.
Cari cittadini, dovete sapere che un solo impianto di 3 Kwp produce 3.600/4.500 Kwh di energia annui, moltiplicati per 300 impianti per l’incentivo di 0,40 centesimi di euro oltre ad eventuali maggiorazioni come per legge, si ottiene un ricavo variabile da € 8.640.000,00 a € 10.800.000,00 nei 20 anni, quindi un ricavo annuo variabile da € 432.000,00 a € 540.000,00. Somme che incasserà il soggetto proponente, oltre ai ricavi per la progettazione, direzione e collaudo dell’opera, rientranti nel finanziamento del 100% a fondo perduto, per un importo presunto di € 120.000,00/150,000,00. Il Comune, invece, incasserà soltanto € 75.000,00.
Con la procedura proposta dall’Amministrazione comunale, il cittadino riceverà in cambio soltanto l’impianto e la compensazione della spesa di energia pari a quella consumata, naturalmente non superiore all’energia prodotta, al lordo di tutte le spese che dovrà sostenere, che saranno certamente consistenti, basta dare un’occhiata allo schema di domanda.
Quale è l’utilità del richiedente? Pochi spiccioli, se si considera la servitù per 20 anni sul tetto e le spese da sostenere.
Dopo i 20 anni chi smaltirà tutto il materiale consumato ed in quale discarica?
I costi di smaltimento saranno a carico del soggetto proponente o a carico dei cittadini richiedenti?
In caso i costi saranno a carico del soggetto proponente, questi saranno garantiti dallo stesso con adeguate garanzie per tutta la durata della convenzione?
La regolarità e la funzionalità degli impianti fotovoltaici saranno garantiti con adeguate garanzie?
Secondo me sarebbe stato più giusto che il Sindaco avesse informato i cittadini di tali benefici, perché con il solo contributo a fondo perduto il richiedente avrebbe coperto i costi dell’intera opera ultimata, ivi comprese le spese tecniche e quelle per il pagamento dei diritti al Comune per la presentazione della DIA. Il cittadino, inoltre, avrebbe incassato, da parte del Gestore  dei Servizi Elettrici (GSE), un contributo per 20 anni di € 0,40 per ogni kwp prodotto, pari ad € 28.800,00/36.000,00, quindi annualmente € 1.440,00/1.800,00.
Il circolo dell’Italia dei Valori e la popolazione si attendono risposte esaurienti.

Giuseppe Fiore
San Sosti, 28.02.2010

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...