Archivi del giorno: 6 marzo, 2010

Presenze albanesi a San Sosti

Di Francesco Marchianò

Una lunga tradizione storiografica ha tramandato finora, ed alimentato, una visione romantica e idealizzata degli Albanesi emigrati verso le sponde dell’Italia meridionale dove, invece, si presentarono come avventurieri senza terra e senza bandiera, come clan dediti alla rapina ed al nomadismo, costretti poi dai signori locali a stabilirsi nei casali e a seguire le leggi locali.[i]
Recenti studi hanno sfatato, per fortuna, la mitizzazione creata nei secoli ad usum Delphini, che faceva passare i profughi albanesi come degli struggenti eroi sognanti la patria perduta, degli sventurati sfuggiti al giogo turco e sbarcati nel porto di Sibari (?), o come milizie di un (forse) inesistente Demetrio Reres  oppure come degli sfollati privilegiati da Corone e Modone (in Morea), imbarcati sulle navi di Andrea Doria e poi resi nobili da Carlo V al loro arrivo nei lidi italiani! [ii]
Tra la fine del basso medioevo e gli inizi del XVI sec., in tutta Continua a leggere

Annunci