Dall’articolo di Alessandro Amodio sulla Gazzetta del Sud: “Fibrillazioni interne alla maggioranza”

Di Alessandro Amodio

dirittodicronaca.it

SAN SOSTI – In attesa del prossimo 20 maggio, quando si conoscerà la sentenza definitiva sull’eventuale incompatibilità del sindaco, gli spifferi che giungono dal palazzo municipale parlano di “fibrillazioni” all’interno della maggioranza ancora in carica. Infatti, secondo quanto trapelato il vice sindaco si sarebbe dimesso dalla delega al personale. Questo per i contrasti interni che sarebbero sorti sulla posizione dei Lavoratori Socialmente Utili in seno all’Ente che peserebbe come un macigno e che a distanza di quasi un anno dalle elezioni non ha visto la matassa sbrogliarsi. Le aspettative del post-campagna elettorale di chi si è accaparrato i consensi, oggi farebbe trovare questi esponenti con le mani legate ed addossare la colpa al vice sindaco proprio come delegato al personale. Quest’ultimo, invece, starebbe portando avanti una battaglia che dura sin dal tempo dell’opposizione nella vecchia legislatura. In ultima analisi, sempre in attesa dell’udienza d’appello sulla questione sindaco, i consiglieri di maggioranza sarebbero ormai spaccati in due tronconi: uno che farebbe capo all’attuale vice sindaco che starebbe già preparando la lista; ed un altro, coordinato da un cittadino, che vorrebbe portare a candidato a sindaco l’attuale avvocato difensore del primo cittadino in attesa di giudizio definitivo. In buona sostanza, sul futuro amministrativo della cittadina del Pettoruto, è un intero paese ad essere ormai diviso tra chi vorrebbe “chiarezza” in questa maggioranza e chi, invece, si augura che arrivi presto il commissario straordinario in attesa di rivotare nella primavera 2011.

Annunci

11 risposte a “Dall’articolo di Alessandro Amodio sulla Gazzetta del Sud: “Fibrillazioni interne alla maggioranza”

  1. Per quando mi risulta il vice sindaco non è un ingenuo caduto nelle mani di chissà quale lupo cattivo, io penso che a suo tempo lui abbia scelto liberamente con chi allearsi e conosceva bene quali erano le regole del gioco, se poi ognuno di noi usa tutti i mezzi leciti per arrivare al potere, basta che ne dia conto ai propi elettori che lo hanno votato propio perchè faceva parte di questa lista e non di altre.

    Mi piace

  2. ARRAMPICATORI SOCIALI

    Gli LPU ed LSU,sono stati temi di cruenta opposizione negli anni che vedeva l’attuale vice sindaco in quella veste,tema sempre buono per un attacco frontale alla passata gestione comunale da parte del vice attuale…….In realta’,come la storia degli ultimi mesi della nuova compaggine amministrativa insegna,il problema si e’ addirittura aggravato.Ora da libero cittadino mi chiedo:chi doveva mettere a posto e risolvere per sempre questo problema?chi a mio avviso deteneva la delega al personale e,guarda un po’,parliamo proprio del vecchio capo oppositore,ovvero l’attuale vice sindaco.Con molta scaltrezza politica,derivante da decenni di politica attiva,giocando di sponda,notizia di questi ultimi giorni,cosa fa?invece di dimettersi per la manifesta incxapadita’,rimette solo la delega al personale,dacendo capire o facendo passare il messaggio che la colpa non e’ sua ma degli altri amministratori!!!ora siccome cca,nisciuno e’ fesso,da libero cittadino rispondo all’ ex detentore della delega al personale:MA MI FACCIA IL PIACERE ,MI FACCIA!!!!!!!!!e si dimetta seriamente per manifesta incapacita’ amministrativa!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Mi piace

  3. TRA SPADA E LINGUA...BIFORCUTA!!!

    la lettera su esposta,dice solo falsita’,a presto sapremo la verita’ sull’effettiva volonta’ dell’attuale vice sindaco di cambiare le sorti degli LPU.Questo e’ un argomento che pesera’ sul futuro politico del nostro paese!!!!perche’ il problema non e’ stato risolto anzi…!!lo dimostra la scelta finale del gia’ citato a rimettere la delega al personale inb quanto incapace a risolvere l’annoso problema.

    Mi piace

  4. Povero paese

    Non volete bene al paese se fate così… pensate a fare fatti e non le liste!!
    Per le liste ci vuole ancora tanto tempo. Quando sarà il momento ci saranno non due, ma dieci capolista.. !!!

    Mi piace

  5. Fabio Novello

    OHPSSSSSSSSS…….
    Questo è il ballo del qua qua, e c’è un papero che sa fare solo qua-qua qua- più qua-qua-qua, ma qual’è la volontà, chi governa non si sa, ma che ballo è questo qua…..
    Prendi sotto braccio, l’infelicità, di noi sansostesi solo un miracolo, ci salverà…..
    Vedete, si balla o no? Forse qualcuno pensa che io debba parlare di altro, ma per ora mi limito a vedere chi balla, a stare seduto ed osservare, e ad aspettare che i ballerini facciano i passi giusti, che fino ad ora non hanno assolutamente saputo fare. Insomma nessuno davvero si rende conto di che fine abbiamo fatto? Neanche i miei vecchi amici? Dove sono quelle brave persone con le quali ho condiviso anni di amicizia e politica? Quella cara amica ed il marito, che anche se ormai non abbiamo più rapporti, ritenevo persone squisite ed empie di idee belle e particolari? Il passato ci ha resi inermi, il presente ci ha reso spettatori del declino, ed il futuro? Ai posteri l’ardua sentenza…? No perchè i posteri siamo noi giovani, e quindi…. Ho capito solo una cosa, che bisogna davvero rimboccarsi le maniche, bisogna darsi da fare per risollevare le sorti di San Sosti, e penso ormai che solo ed escusivamente i giovani, che hanno idee pulite, fresche e soprattutto non condizionate, possano prendere in mano le redini… Ed allora al momento giusto tutti noi dobbiamo prepararci, chiunque si sente sansostese dentro spero che abbia un sussulto e dia una mano per il vero, unico e solo CAMBIAMENTO. Alla prossima, attendendo l’ennesimo fallimento….

    Mi piace

  6. I fessi Siamo Noi

    Cara francesca, ma ti rendi conto che siamo caduti in basso?
    Il tuo paladino Oliva Non è un fesso, questo è vero, ma a chi vuole prendere per fessi?
    A noi cittadini proprio no….dove sono i suoi LPU e LSU, dove è la vigilessa da lui tanto protetta ORA Ma solo qualche anno fa la stessa vigilessa era considerata minacciosa come la peste bubbonica?
    Mi faccia il piacere!
    Il nostro caro vicesindaco, durante la dura opposizione, doveva mettere il paese in ordine, lo doveva ripulire da ogni tipo di sporcizia, da tutto. Invece la piazzetta della benzina è invasa dall’immondizaia, naturalmente il camion della NU sta passando di tanto in tanto, ancora oggi gli spazzini si rifiutano di raccogliere la CACCA degli animali perchè si “allordano” le mani.
    Per non parlare di altro……….sarebbe bella figura se il vicesindaco se ne andasse a casa e non che si dimette dal solo assessorato…

    Mi piace

  7. vincenzo calonico83

    caro “collega”novello………. i giovani ci vogliono ……ma ci vogliono giovani leali, e coragiosi nel fare le scelte,decisi nel portarle avanti……….io credevo nei giovani della mia lista,ma alla fine ohpssss….li ho persi…….rassegniamoci…………..

    Mi piace

  8. TRA SPADA E LINGUA...BIFORCUTA!!!

    Ma cosa dici caro Vincenzo,il problema e’ che per l’ennesima volta si e’ voluto mischiare i vecchi e ultra passati volti della politica sansostese con quei giovani che,pur volendo fare qualcosa sono sostantemente tediati dai soliti vecchi.Ecco perche’ la prossima volta e’ bene che siano solo e soltanto giovani capaci di San Sosti che pure ne e’ piena.I vecchi volendo o nolendo come si usa dire hanno vecchi sceletri nell’armadio e quindi ne sono condizionati.

    Mi piace

  9. Fabio Novello

    Caro “collega” Vincenzo, non devi rassegnarti perchè nei giovani ci dev’essere speranza senza limiti. E’ vero, qualche giovane ha deluso, ma solo ed esclusivamente perchè si è fatto abbindolare dai vecchi marpioni… non è riuscito ad andare avanti con le proprie gambe è stato questo il problema. Vedi Luigi, il nostro giovane assessore, da solo sta scalando le montagne, fa del bene, ne farà certo ancora, ha inizitiave e proposte da vendere, ma anche per lui scalare la montagna significa trovarsi solo, senza nessuno che gli tenga la corda e poi cadere…non serve solo musica, canti, gite e quant’altro, lui vorrebbe fare di più, si sa, ma è frenato perchè è solo. Quindi vedi, i giovani servono, sono essenziali, ma non devono essere lasciati soli, e devono formare una pigna, solida senza infiltrazioni “marpionali”. Capisci a mè collè…. A presto e non ti demoralizzare…Le cose cambieranno vedrai… Preparati.

    Mi piace

  10. vincenzo calonico83

    bravo. cittadino di san sosti,ai sansostesi non interessano gli accordi politici,ma quelli elettorali…..il programma elettorare ,i miei colleghi, escuso qualcuno,non lo ricordano……o non vogliono ricordarlo,guarda caso,l’unica cosa che hanno ricordato,è stato lo spostamento della fiera……..grande problema del paese e della cittadinanza………ma mi facciano il piacere,mi facciano……….

    Mi piace

  11. Michele Iannello

    Guardate, sento e ho l’obbligo in questi momenti di prendere posizione in tutto ciò,visto ormai l’inadeguato uso che si stà facendo di questo sito. Ne sono stato sempre sostenitore, ho visto questo “giornale” come mezzo di comunicazione col cittadino, metodo di scambi di idee e modi diversi di vedere le cose. E’ con grande rammarico, che mi accorgo visto le grandi difficoltà che ci troviamo ad affrontare la sempre più totale diffidenza del cittadino nei confronti dell’Ente. Io nasco socialista (Manciniano) ed è grazie a Mancini che ho avuto modo di conoscere e amare la politica, fatta di rispetto e servizio verso coloro che hanno riposto in tè fiducia e senso del dovere. Sarebbe bello, in momenti difficili farsi da parte o scaricare le colpe ad altri ma quello che mi è stato insegnato è che qualsiasi cosa tu faccia nel rispetto di tutti coloro che hanno deciso di metterti alla prova possa essere per tè motivo di crescita nella vita. San Sosti politicamente ha persone valide e sapienti, condizionate però da tutto ciò che siè venuto a scegliere undici anni fà, quando persone più bisognose e c0n caratteristiche fisiche più idonee alle mansioni che dovevano svolgere non sono state informate tempestivamente . Caro fabio, possibile che ogni tuo articolo faccia riferimento a balli, danze riti tribali, ti posso assicurare che ogni volta che io entri in Comune, per muoversi e fare qualcosa c’è bisogno di “impegno di spesa”. Ci troviamo ad affrontare numericamente debiti enormi, ed esempio più significativo ed imminente penso sia la situazione della viabilità nelle nostre frazioni, dove ormai si vede poco di nero ma tanto di verde e nel momento in cui, si faccia richiesta del solo mezzo a disposizione dell’Ente Montano per tutta la Valle dell’Esaro ti vengano chiesti 50.000 euro di arretrati accumulati negli anni , beh caro fabio posso assicurarti che avresti che riflettere. Per quello che dici di luigi non è solo, non è stato mai da solo come nessuno di noi , quello che si è deciso lo si è fatto democraticamente, tutti abbiamo idee e progetti ma per osare bisogna avere le conoscenze, finanziamenti che di certo non trovi sulle “montagne”. Se sbagliamo siamo tutti colpevoli, se fai quello per il quale le persone ti hanno scelto, singolarmente troveresti i meriti questo è il nostro unico errore . Essere umili, mettersi a disposizione, far partecipe gli altri delle proprie decisioni questo è il modo di vivere la politica, ciò che si “delibera” “determina” la vita quotidiana di un paese intero. Un saluto a fabio. Michele Iannello

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...