Lettera aperta a tutti i sansostesi onesti

Di Maria Teresa Cammarella

In questi giorni a S.Sosti stiamo assistendo al più grosso “scaricabarile” mai visto tra ex sindaco, ex vicesindaco e minoranza. Ma quello che ci indigna di più sono le loro facce toste nell’accusarsi a vicenda sulle proprie malefatte.
L’ex sindaco, infatti, accusa un membro della minoranza per aver permesso ad alcuni cittadini di non pagare le tasse purché vicini alla sua posizione politica.
Nel frattempo lui va in disgrazia proprio per tasse non pagate.
Poi accusa questo membro della minoranza di aver sistemato la moglie.
Vincenzo Oliva, a proposito di questo sistema di raccomandazioni molto diffuso dalle nostre parti, dice dell’ex sindaco: “Sirimarco ha gelato tutti i giovani consiglieri battendo i pugni sul tavolo: cosa credevano quei pivellini? Che davvero lui se ne restasse a guardare? Dimentico dei patti stipulati con tizio o con caio?”
Scusi ma di quali patti parla e soprattutto con chi li ha fatti? Con i soliti noti? Che magari in famiglia lavorano in due o tre, mentre altre famiglie sono costrette ad arrangiarsi come possono, oppure emigrare?
Ma la cosa più irritante è quando parla dei giovani dicendo testualmente: “Ai giovani che sono l’espressione del domani ho sempre creduto, cercando e sforzandomi per essi di creare nuove prospettive di lavoro”.
A questo risponde Angelo Martucci nel suo commento di pochi giorni fa “Avete sbattuto fuori quattro persone che hanno dato l’anima per lo sviluppo culturale di questo paese, a gratis per tantissimi anni e poi era un progetto finanziato dal parco”
Questo è  il suo modo di creare nuove prospettive di lavoro?
Passiamo alla recita dell’attuale minoranza che fa notare, a chi accusa De Marco di aver sistemato la moglie, che la persona in questione ha partecipato ad un regolare concorso presso la Regione Calabria.
Intanto bisogna premettere che parlare di REGOLARE concorso dalle nostre parti è illusorio, in quanto sappiamo tutti come vanno queste cose, ma poi onestamente non vedo il motivo di giustificarsi ancora. Vero o falso che sia, l’interessata saprà bene se ha portato via il pane a qualcuno che, magari, ne aveva più bisogno di lei! O no?
Proseguiamo con la minoranza che chiede all’ex sindaco come mai S.Sosti sia stato escluso dai finanziamenti regionali per la raccolta differenziata, con molti giovani illusi dalla possibilità di lavorare.
A questo proposito riporto un trafiletto dell’articolo di “Lo spadaccino” del 26/04/2009.
In questo articolo si chiede spiegazione all’assessore De Marco perchè S.Sosti non ha partecipato al bando regionale per beneficiare di finanziamenti per la riqualificazione e recupero dei centri storici.
Spiegazione che ancora oggi tarda ad arrivare.

Poi c’è la ciliegina sulla torta che riguarda il centro storico. A sentire la minoranza il centro storico è stato ereditato dall’attuale maggioranza positivamente dalla passata amministrazione.
Da un articolo della redazione di questo giornale, datata 13/02/2009, <<Lettera aperta al sindaco di S.Sosti>>, si fa riferimento al degrado del nostro centro storico, con foto che si commentano da sole; per non parlare delle tante polemiche suscitate dai cittadini sulla sporcizia che regnava sovrana proprio in quel centro storico ereditato POSITIVAMENTE.
Voi vi chiederete, a che pro ho fatto tutto questo lavoro? Solo per dimostrare che una medaglia può avere tante facce e che tante facce conducono a una sola medaglia: quella dell’interesse personale e del rincorrere le proprie ambizioni senza guardare in faccia a nessuno.
A questo punto bisogna chiedersi come mai questi signori che sono rimasti muti per quasi un anno, ritrovano la parola tutti insieme?
I furbetti del quartiere si stanno preparando il terreno per eventuali elezioni e lo stanno facendo con il solito metodo: dire tutto e il contrario di tutto così la gente viene mandata in confusione e si può continuare a fare i propri comodi.

E per chiudere mi rivolgo a quelle persone che tifano tanto per i giovani riportando, dall’articolo di Oliva, questo breve passaggio: “alcuni di quei giovani consiglieri, così pieni di speranza e belle intenzioni, sono rapidamente “invecchiati”, acquisendo con NATURALEZZA la logica e i metodi del vecchio lupo Sirimarco”.

Maria Teresa Cammarella 

Annunci

9 risposte a “Lettera aperta a tutti i sansostesi onesti

  1. ANONIMO@AILAVORIFORZATI

    AB INITIO SPERO CHE IL DIRETTORE DI QUESTO GIORNALE NON CENSURI QUESTO MIO INTERVENTO SEBBENE SIA IN FORMA ANONIMA.

    DOPO ANNI DI PAROLE SCRITTE SU QUESTE PAGINE WEB E’ LA PRIMA VOLTA CHE MI RALLEGRO NEL LEGGERE QUESTO ARTICOLO. BRAVA!! E DOVRESTI ESSERE LUSINGATA SE SAPESSI DA QUALE PULPITO TI GIUNGE QUESTO PLAUSO. BRAVA ED ANCORA BRAVA!! PROPONGO CHE QUESTO ARTICOLO SIA AFFISSO PER TUTTI LE VIE DEL PAESE IN MODO TALE CHE LA GENTE CHE NON HA INTERNET NE VENGA A CONOSCENZA. BRAVA! NON RIESCO A TRATTENERE LA MIA EMOZIONE NEL LEGGERE E RILEGGERE QUESTE TUE PAROLE. HAI ENUCLEATO IL CENTRO DI OGNI QUESTIONE POSSIBILE: OGNUNO VA AL COMUNE PER I SUOI INTERESSI PERSONALI!! HAI MESSO IN LUCE UNA COSA CHE TUTTI DOVREBBERO CAPIRE: MENTRE C’E’ GENTE CHE NON HA UN LAVORO CI SONO PERSONE CHE SI POSSONO PERMETTERE UNA SCELTA TRA PIù OPZIONI LAVORATIVE. MA NON VOGLIO AGGIUNGERE NULLA DI QUANTO IN MANIERA ESAURIENTE TU NON ABBIA DETTO. NON TI CONOSCO PERSONALMENTE MA TI AMMIRO PER QUELLO CHE HO LETTO. SONO CONVINTO CHE SE LA META’ PIù UNO DELLA POPOLAZIONE DI SAN SOSTI AVESSE IL TUO CORAGGIO DI DENUNCIARE APERTAMENTE QUESTE COSE CERTAMENTE IL PAESE VERSEREBBE IN TUTT’ALTRA SITUAZIONE. MA COME HAI CONCLUSO TU USANDO LE PAROLE DI UN ILLUSTRE POLITICO LOCALE, I GIOVANI DI SAN SOSTI NON SONO FERMI NEI LORO PRINCIPI MA SI PIEGANO ALLE FALSE LUSINGHE, ALLE PROMESSE . COMUNQUE ACCETTA IL MIO CONSIGLIO E DIVULGA QUESTO SCRITTO NEL PAESE … DAMMI QUEST’ ALTRA SODDISFAZIONE. CON AMMIRAZIONE …

    Mi piace

  2. complimenti per la schiettezza! finalmente poca ipocrisia! Io sono Sarda, ed i problemi sono gli stessi, politici, campanilismi, favoritismi… e chi più ne ha più ne metta! Il problema è proprio alla radice però, fino a quando il sistema andrà in questa direzione, fino a quando il controllo non ci sarà oppure verrà fatto dai soliti “Noti”, allora le cose andranno in questo modo… E cioè potremo andare a votare anche tutti i giorni, eppure ci saranno sempre i soliti oppure persone ad essi collegate che utilizzeranno il sistema pubblico per i comodi loro!

    Mi piace

  3. X Maria Teresa

    Cara MariaTeresa, come mai te ne sei scappata da San Sosti, non c’era troppo sole per vendere le tende?!
    E’ così facile parlare, anzi scrivere 4 battute sul pc, dei problemi di San ASosti. Ma solo chi ci vive può capire. E tu non ci vivi più, forse perchè anche tu aspettavi una raccomandazione dal politico di turno.
    Vivetelo San Sosti e poi giudicatelo. Tutte la vicende e gli articoli che sono in questo blog li conosciamo tutti, non ci servono i tuoi copia e incolla per rammentarceli. un’abbraccio!

    Mi piace

  4. Maria Teresa Cammarella

    ( x maria teresa)
    Caro anonimo premetto che Raffaele mi aveva segnalato il tuo commento dicendomi di non volerlo pubblicare perche’ non corretto nei miei confronti. Io, invece, ho voluto che venisse pubblicato per far capire a tutti i lettori e scrittori, onesti come me, che non bisogna aver paura di niente se si è dalla parte giusta.
    Mi sono sforzata di comprendere cosa ti ha spinto a tanta cattiveria, gratuita, nei miei confronti. Soprattutto quando sconfini nel privato.
    Devo, purtroppo, dire che l’opinione che mi sono fatta di te e’ che certamente sei uno/a che e’ stato/a abbondantemente toccato/a dal mio articolo. O se sei uno/a dei tanti raccomandati di turno.. allora posso comprendere anche l’anonimato.
    Un consiglio, ad ogni modo, vorrei dartelo visto il basso grado di civiltà che si palesa nel tuo scadente contributo alla lettura di queste pagine!! Quando si affronta una tematica di interesse pubblico sarebbe opportuno non strumentalizzare e non uscire fuori tema. Ti vorrei far capire solo che i tempi sono maturi per bandire una volta per tutte queste forme di vigliaccheria e che, da bravo/a cittadino/a legato/a a San Sosti come vuoi far credere, dovresti dare il buon esempio visto che decidi di scrivere. Io parto svantaggiata nel confrontarmi con te perché sei anonimo/a, ma ti ho dato una lezione di coraggio e onestà che tu, penso, non avrai mai. L’invito che ti rivolgo è quello di uscire allo scoperto, non per me, ma per San Sosti e dire quello che pensi di fare per il bene della collettività. Se poi hai voglia di dirmi qualcos’altro che riguarda la mia vita privata, allora ti inviterò a prendere un caffè insieme visto che a metà luglio sarò a San Sosti.. sempre che tu sia diventata, fino ad allora,una persona coraggiosa da farti identificare.
    ricambio l’abbraccio.

    Mi piace

  5. Cara Maria Teresa,
    il tuo commento ha avuto la giusta eco… e l’apprezzamento di tanti e tanti…
    Non ti curar di questi poveruomini che di paraocchi equini ne cambiano un paio al giorno.
    San Sosti ti aspetta con affetto.
    Complimenti sinceri e a presto.
    Lucy

    Mi piace

  6. ANONIMO@AILAVORIFORZATI

    CHIEDO SEMPRE CON CORTESIA AL DIRETTORE DI NON CENSURARMI.

    NON CAPISCO MARIA TERESA PERCHE’ MI ATTACCHI!! DELLE DUE VARIANTI CHE DICI VALE QUELLA ” CHE SONO STATO ABBONDANTEMENTE TOCCATO DAL TUO ARTICOLO”. MI DISPIACE CHE HAI FRAINTESO FORSE PENSANDO CHE IO DICESSI IL TUTTO IN MANIERA IRONICA. DOVEVI RISPONDERE PER LE RIME AL COMMENTO DAL TITOLO XMARIATERESA CHE MI SEMBRA ALQUANTO OFFENSIVO DELLA TUA PERSONA. IO HO APPREZZATO MOLTO IL TUO ARTICOLO E NON SONO AFFATTO UN RACCOMANDATO PER CUI PIENO CONSENSO ALLE TUE PAROLE.

    Mi piace

  7. Cara Maria Teresa, il tuo coraggio mi riempie il cuore di gioia. Sono in pochi ad avere gli attributi per fare queste affermazioni. Un piccolo preambolo per rendere noto l’onore che hai dato a tutti i Calabresi e soprattutto a San Sosti con la tua candidatura al Senato della Repubblica realizzando, nelle liste del PLI, il secondo risultato più importante a livello Nazionale; anche se, di questo, non è fregato niente a nessuno!!
    La tua scelta di lasciare San Sosti è stata sensata, è più importante la famiglia che sprecare la tua vita qui tra tanti codardi e parassiti che per ammazzare la noia, quando sono in piazza (padri di famiglia), si dilettano a guardare e commentare gli attributi femminili di ragazze Rumene; peccato che delle volte, corti di vista, li confondono con qualche ragazza del posto con ovvio imbarazzo.
    Riprendendo il filo del discorso del tuo intervento, qualche precisazione da parte mia è d’obbligo in mezzo a tutto questo marasma che si è creato. Di salvabile c’è solo Vincenzo Oliva. Come tu ben sai, i nostri rapporti politici non sono sempre stati dei migliori e comunque è corresponsabile, di questa disfatta amministrativa, per il solo motivo di aver agevolato la vittoria. Per il resto, nel corso di questo anno di governo, ha dimostrato correttezza e conoscenza della materia amministrativa agendo nel rispetto delle regole, dimostrando ancora una volta la sua alta dirittura morale; morale che all’ex sindaco e qualche altro membro della maggioranza non era gradita perché ostacolava il loro percorso fatto di clientela ecc…!
    Per quanto riguarda la differenziata si sono persi i soldi della Regione perché chiaramente bisognava fare un concorso e non si potevano più garantire le promesse elettorali e così hanno pensato bene di lasciar cadere la cosa scaricando tutte le colpe all’attuale minoranza che nella vecchia legislatura era al governo.
    In riguardo al centro storico si può tranquillamente affermare che è più sporco di prima.
    Con amarezza concludo che nulla di buono si sta prospettando per il futuro.
    Con affetto ti saluto.
    Vincenzo Raimondi

    Mi piace

  8. Maria Teresa Cammarella

    Ho chiesto a Raffaele di pubblicare tutti i commenti che mi riguardassero, a meno che lui non li considerasse dannosi per il giornale. Premesso ciò, volevo chiarire che il mio non era un attacco nei tuoi confronti, ma un chiarimento con chi offende e si nasconde come fa l’anonimo “X Maria Teresa” ( l’ho scritto in testa al mio ultimo commento). Questo atteggiamento deve essere bandito!
    Offendere le persone è una forma di insicurezza e impreparazione, perché uno che non sa argomentare, si traccia la via più semplice e si fa strada sul piano personale offendendo gli altri. La cosa peggiore è quando lo si fa in anonimato, nell’ombra, non dando all’altro nessuna possibilità di replica.
    Questo atteggiamento esula dal mio modo di pensare e agire. Penso che la gestione della cosa pubblica e le persone pubbliche vadano osservate e giudicate pensando sempre al bene della collettività, senza strumentalizzare e scadere con osservazioni che toccano la vita privata delle persone. Su questo argomento ho molto discusso nei tre anni passati a S.Sosti. In questo paese si dice tutto di tutti sempre e rigorosamente “dietro le spalle” (è un argomento sul quale scriverò in futuro).
    Mi ha fatto molto piacere, invece, ricevere commenti da te, perché apprezzo gli interventi anonimi costruttivi e tu, sul mio articolo, hai dimostrato di saperli fare.
    Complimenti sinceri.

    Mi piace

  9. Complimenti per la dialettica da entrambi le parti!!!! Ma non vi siete accorti che i corvi quando passano sopra San Sosti si girano a pancia in su per non vedere la miseria che c’è sotto?

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...