Archivi del giorno: 27 luglio, 2010

Anecumene : il deserto che avanza


di Francesco Capalbo

La porzione di terra abitata dall’uomo nella lingua italiana è indicata con una parola poco usata, di derivazione greca e tardo latina: ecumene.
L’espressione evoca l’idea di luogo in cui tutti partecipano e concorrono alla sua evoluzione.
La qualità dei cambiamenti che, a seconda dei casi, scuotono o immobilizzano ogni parte di ecumene, dipende naturalmente dalla laboriosità, dal senso estetico, etico ed anche religioso delle persone che in essa convivono.
Il paesaggio, la sua conformazione continua a leggere su www.francescocapalbo.blogspot.com