Riceviamo e pubblichiamo

Siamo un gruppo di persone che, avendo visto sulle sponde del fiume Rosa delle aree pubbliche occupate da privati, abbiamo pensato di fare delle fotografie per sottoporre agli occhi di tutti il problema. Speriamo che qualcuno prenda provvedimenti adeguati perché non è giusto non poter passeggiare liberamente lungo il fiume. Pertanto, preghiamo l’amministrazione comunale di interessarsi al caso. Pensiamo che il nostro fiume e il suo bellissimo paesaggio rappresentino un bene prezioso per tutti noi Sansostesi e che meritino molta più attenzione e rispetto.  

 

 

 

Annunci

19 risposte a “Riceviamo e pubblichiamo

  1. Il malcostume!!!!!

    Dico bravi a questo gruppo di persone che hanno pubblicato le foto,la storia si ripete mi verrebbe da dire,(VEDI CASIGLIA).Tutti uniti dobbiamo dire basta all’appropriazione indebita della cosa pubblica,le aree e i beni pubblici devono tornare ad essere di tutti e non di pochi approfittatori!!!!

    Mi piace

  2. Grazie al gruppo di persone per le foto, ma la cosa non è novità! E’ grave il fatto che è risaputo e non si è ha fatto nulla per anni . Vediamo ora che ci sono più persone sensibili se si farà qualcosa di concreto.
    Staremo a guardare

    Mi piace

  3. SOGNO O REALTA'??

    Cosa si farà?????
    Le Istituzioni cosa hanno fatto e cosa faranno?????
    O bastano solo poche foto ed un articolo per concludere il tutto???
    Ora, denunciamo tutti gli abusi, senza pensare chi doveva e deve AGIRE,
    tu Raffaele abbi il coraggio di denunciare queste persone che hanno perpetrato un ABUSO.
    O meglio, chi ha scritto l’articolo, DENUNCIATE!!!!
    Le foto servono ma, adesso servono i fatti!!!!!
    Spero pubblicherai queste mie esternazioni.

    Mi piace

  4. Se a me cittadino privato venissero ad occupare altri la mia proprietà allora si che denuncerei i violatori! In questo caso si tratta di spazio pubblico,n on devono essere i cittadini a preoccuparsi di risolvere il problema!!

    Mi piace

  5. Infatti.
    Chi deve essere??????
    Intanto un esempio lo dovremmo dare, per rompere
    questo IMMOBILISMO che si fa strada nelle vecchie e
    nuove generazioni di politici locali e non.
    DENUNCIAMO SOLO COSI’ CAMBIEREMO
    SAN SOSTI!!!!!!!

    Mi piace

  6. Il cittadino di prima

    Se denunciamo noi cittadini faremo un bel favore a chi invece dovrebbe farlo per mestiere. Noi non dobbiamo dimostrare nulla è la legge che deve essere rispettata. Le istituzioni devono tutelare noi cittadini.. e non il contrario!!

    Mi piace

  7. Bisogna fare qualcosa

    Ormai è evidente a tutti la situazione,
    da anni la politica ha avuto un ruolo molto negativo e terrificante che ha logorato e distrutto il nostro paese.
    Purtroppo è così,
    le catene, i lucchetti le recinzioni abusive di un luogo pubblico come le sponde del nosrto bellissimo fiume Rosa è stato reso possibile per la sola questione “politica” oppure per meglio esprimermi, per il clientelismo che si tromanda da anni in anni ma soprattutto da elezioni a elezioni….(tu mi dai il voto, e io ti faccio chiudere un pezzo di quello che vuoi)
    Così è nato tutto, sin dall’inizio si è partito da posti lontani, o nascosti nelle montagne, perchè fino a qualche tempo fa nessuno andava di frequente a Casiglia o alla Mula, dove, fonti ormai attendibili confermano che ci sono molte costruzioni abusive, ma soprattutto su suolo pubblico.
    Allora perchè le amministrazioni che si sono succedute non hanno mai preso un serio provvedimento cautelare, prevedendo l’abbattimento delle suddette Strutture? In particolare modo, dove sono le forze dell’ordine competenti in materia di abusivismo e appropriazione indebita di suolo pubblico?
    Nentre tutti noi sansostesi, paghiamo le tasse sulla casa, a caro prezzo, nelle montagne nostre, pubbliche, Parco Nazionale del Pollino, si ergono Ville e case di ampie dimensioni…..
    Ma i fessi che pagano sono sempre gli stessi….

    Mi piace

  8. Il malcostume!!!!!

    Invito tutti a farsi una bella escursione su a Casiglia,per costatare che ormai la famosa TERRAGERA non ha piu’ senso,tolto qualche pezzo di terra,rigorosamente recintato,che appare coltivato alla meno peggio,tutto il resto,sempre rigorosamente recintato,risulta abbandonato e incoltivato.Quindi mi domando e dico a me stesso,COSA C……O centra la TERRAGERA,perche’ si da’ai privati tanto terreno,se poi non viene fatto fruttare!!qual’e’ lo scopo,MAGARI IL PASSARE LA BELLA GIORNATA DI PASQUETTA O DI FERRAGOSTO?,non sarebbe il caso di far sgombrare e liberare queste terre?
    ATTENDIAMO RISPOSTA,NOI COMUNI MORTALI!!!!

    Mi piace

  9. la notizia è stata ripresa da Il Quotidiano della Calabria.

    Mi piace

  10. Un malcostume che ha le sue radici nel cattivo esempio dato dalla piccola aristocrazia del luogo

    “…Una sorta di anarchia si era impossessata dei ceti abbienti, che godevano di privilegi e perpetravano angherie. Chi si recintava strade comunali di campagna impedendo ad altri il passaggio, chi si impossessava di terreni del pubblico, chi deviava il corso dei fiumi e modificava i limiti dei terreni aggregando il tutto ai propri fondi.”

    Francesco Capalbo, Della raminga scure, Cosenza 2009

    Mi piace

  11. volutamente e necessariamente anonima

    Un’altra evidenza è sotto gli occhi di tutti: a 3 giorni dalla fine della fiera c’è ancora molta molta.. troppa sporcizia in giro!!!!!! Ma gli amministratori da via piano della fiera ci passano ogni tanto? Oppure andava bene solo per passeggiare in fiera?
    E se, come qualcuno afferma, l’onere di pulire è dei privati (che giustamente c’hanno guadagnato con la fiera giù) perchè gli amministratori non sollecitano (anche con multe se necessario) alla pulizia??
    Spero che qualche amministratore navigato di questo sito possa rispondermi presto!

    Mi piace

  12. Il malcostume!!!!!

    Se giorno 10 settembre non fosse stato un giorno di pioggia incessante,per la prima volta nella storia della fiera la pulizia dell’area interessata si sarebbe risolta in appena due giorni a fronte di sette,otto,dieci e piu’ giorni delle passate edizioni.Comunque sia la pulizia e’ stata fatta subito,poi sui privati sono d’accordo con te anonima,vanno multati!!!

    Mi piace

  13. Ancora sulla fiera

    Carissimi elettori, in particolari quelli a sfavore della fiera al Piano della Fiera, ancora non vi siete arresi?
    Le elezioni sono state vinte dall’ing Sirimarco, e a parte le ultime vicissitudini amministrative, l’ing. è il nostro sindaco, il sindaco di tutti, anche di chi non lo ha votato.
    Basta con la fiera ormai è storia vecchia, e ogni cavolata è sinonimo di contestazioni e perplessità.
    Sono sicuro che le strade verranno pulite nel breve tempo possibbile e cosa volete, un giorno in più un giorno in meno, saranno pulite più di prima.
    Se è vero che si deve dare una svolta al paese, con una maggioranza produttiva, anche la minoranza con tutti i seguaci (parenti nipoti/e e amici) che sono peggio della minoranza, dovranno un pochino andare in contro al paese. L’unione fa la forza!!!

    Mi piace

  14. x Ancora sulla fiera

    “Carissimi elettori, in particolari quelli a sfavore della fiera al Piano della Fiera, ancora non vi siete arresi?
    Le elezioni sono state vinte dall’ing Sirimarco, e a parte le ultime vicissitudini amministrative, l’ing. è il nostro sindaco, il sindaco di tutti, anche di chi non lo ha votato.”
    E QUESTO VUOL DIRE CHE SE LUI DECIDE UNA COSA GLI ALTRI DEVONO PRENDERLA PER BUONA SENZA POTER DIRE LA LORO??
    Scendete in via piano della fiera e guardate quanta sporcizia c’è ancora!!! i pellegrini che oggi stanno salendo al pettoruto hanno trovato un bel regalo,segno di civiltà e rispetto!!!!
    L’amministrazione avrebbe solo dovuto multare i privati,se era compito loro pulire davanti le proprie case o comunque luoghi che hanno affittato….. per il resto gli lsu hanno fatto un buon lavoro…. e anzi è stato bello vedere che finalmente anche qualcuno in particolare ha capito che lsu vuol dire curare il paese, anche spazzarlo!!!!!!!! alla faccia di divisa e berretti!

    Mi piace

  15. Il sindaco Sirimarco HA VINTO LE ELEZIONI REGOLARMENTE,
    e anche REGOLARMENTE dovrebbe essere il SINDACO di TUTTI ma,
    “voi non ci avete votato quindi dovete subire….”,
    “tu sei stato vicino a De Marco, non lavori…”,
    “tu hai brindato, licenziato……”;
    DI CONTRO:
    “tu sei stato con me, LIBERO ARBITRIO….”,
    “tu sei amico degli amici, LIBERO ARBITRIO…”;
    ALTRO CHE SINDACO DI TUTTI, COMUNQUE LA
    RUOTA GIRA…..E ……..,
    pensate ha vinto finanche l’Inter, che non vinceva mai……….
    LA FIERA: NON BISOGNA DOMANDARSI DOVE FARLA,
    BENSI’ COME FARLA, perchè se si va avanti di questo passo
    potremmo dire addio alla NOSTRA FIERA DEL PETTORUTO!
    Spero con questo di suscitare qualche interesse e di stuzzicare
    qualcuno per dire la sua per come FARE LA FIERA.

    Mi piace

  16. Cosa c’entra l’inter e la fiera del pettoruto con la tematica di questo articolo.
    Si parla di fiume!! Perchè si deve SPARLARE a SPROPOSITO? Scrivi tu un articolo, visto che vuoi parlare di come fare la fiera e inizia a dare consigli pratici e senza girare le rutote dove fa comodo a te!

    Mi piace

  17. Per quanto riguarda il fiume(?) penso che le Istituzioni
    debbano per primi rendersene conto ed agire di conseguenza con
    gli organi preposti, come il CFS, i CC, i VVUU, ecc..;
    poi, adesso viene fuori tutto questo???
    dove erano questi, di cui sopra???????
    Il mio commento era rivolto a: A QUELLI DELLA FIERA.. e non era mia intenzione sparlare a sproposito; altri lo fanno e occupano anche un
    posto importante nelle nostra amministrazione, poi, il tutto è relativo
    a chi riceve lo stimolo.
    Le ruote girano ed il tempo sarà l’unico testimone…

    Mi piace

  18. Quesste ruote che girano fanno solo preoccupare. Si legge sempre degli stessi errori: poco rispetto dell’ambiente, carenza di pulizia, monumenti del nostro paese rovinati, niente lavoro ecc ecc. E’ ovvio, se ‘sta ruota gira sempre nello stesso verso: fra le stesse persone. Sarebbe il momento di cambiare.. quanto meno il mezzo!!Giusto??

    Mi piace

  19. ringraziamenti...

    Doverosi ringraziamenti a quanti (privati) con dedizione si occupano del bene comune praticando periodicamente la pulizia in quei territori naturalistici così belli per le passeggiate e i pic-nic ma abbandonati da tutti quelli che fotografano senza sapere e con la convinzione di essere nuovi paladini della giustizia. Un grazie va a tutti quei proprietari dei terreni limitrofi le zone citate che favoriscono l’armonia dei sensi guardando lo spettacolo naturale che altrimenti sarebbe deturpato come in zona cascata dove della bella manifestazione estiva è rimasta solo la sporcizia. Peccato che quella zona non abbia proprietari confinanti perchè magari avrebbero sostituito per l’ennesima volta che siedono con scopa e paletta ai gradini delle case nelle vie del nostro paese.
    Se si vuole cominciare a denunciare degli illeciti penso sia doveroso un progetto che si occupi nel tempo di questi posti e non fare solo parole anonime.
    Ossequi.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...