Archivi del giorno: 7 ottobre, 2010

Un giovane minaccia con il fucile due braccianti: denunciato dai carabinieri.

Fonte: NEWZ

San Sosti (Cosenza). Poteva finire molto male una discussione a San Sosti. Due cittadini indiani, regolarmente presenti sul territorio italiano, si sono recati all’ora di pranzo presso l’abitazione di un imprenditore agricolo della zona per reclamare il pagamento di alcune giornate lavorative. I due, infatti, prestavano l’opera di braccianti agricoli. La casa del datore di lavoro si trova a poca distanza  dall’abitazione degli stranieri ed i due, certi di trovare qualcuno in casa, hanno deciso di passare di persona. Essendo presente il figlio dell’uomo, un 25enne, è a lui che hanno avanzano le loro richieste., da cui è scaturita una discussione. Il ragazzo, insofferente, ha provato a tagliare corto cacciandoli di casa. Ma, all’improvviso, perdendo il controllo,  si è impossessato di un fucile calibro 12, legalmente detenuto dal padre 60enne ed ha inseguito i cittadini indiani. Minacciandoli con l’arma, vi ha introdotto due colpi, costringendo i due a barricarsi in casa ed a chiamare i carabinieri. I militari, giunti sul posto, hanno ascoltato sia la versione degli indiani che quella del ragazzo, il quale ha sostenuto di essere stato esasperato dalle continue richieste di pagamento. I militari hanno, quindi, proceduto al sequestro dell’arma e delle nove cartucce di corredo ed hanno denunciato il 25enne per minaccia aggravata e porto illegale di arma. I carabinieri hanno però voluto accertare anche come sia stato possibile per il ragazzo entrare in possesso così presto e così agevolmente dell’arma. Da un controllo presso l’abitazione del datore di lavoro hanno riscontrato che il fucile era detenuto in un armadio privo della prevista chiusura, rendendo così agevole ed immediato per il 25enne l’impossessamento dell’arma. E’ scattata, di conseguenza,  anche per il 60enne il deferimento in stato di libertà presso la Procura della Repubblica di Castrovillari per omessa custodia di armi.