La delusione di un giovane cittadino!

Vorrei esprimere delle mie considerazioni su alcune persone di San Sosti che incitano i giovani sansostesi a partecipare attivamente allo sviluppo del proprio paese
VERGOGNATEVI
È assurdo promuovere le parole sopra citate e poi non dare la possibilità, a persone che negli anni hanno cercato di accrescere la propria cultura, di sviluppare le proprie potenzialità all’interno della comunità sansostese costringendole ad allontanarsi e a cercare lavoro altrove per far passare avanti persone meno qualificate solo perché parenti, cugine, zie, nipoti o altro di coloro che prendono decisioni nel nostro paese
VERGOGNA
Capisco che ormai si va avanti solo con RACCOMANDAZIONI ma arrivare al punto di dichiarare il falso tramite certificazioni mai esistite e far passare persone senza competenze specifiche sta ad indicare che queste persone che dicono di tenere tanto al paese sono solo dei FALSI capaci di pensare solo al proprio tornaconto personale e a sistemare parenti e amici (altro che sviluppo del paese) a scapito di coloro che non hanno “Santi in Paradiso” e possono contare solo sulle proprie forze.
È inutile, dobbiamo rassegnarci al fatto che a San Sosti non c’è spazio per la crescita, si preferisce impiegare persone che hanno fatto il minimo sforzo per raggiungere un diploma piuttosto che dare spazio a giovani con idee innovative che hanno sudato per acquisire nuove conoscenze.
A buon intenditore poche parole

Annunci

6 risposte a “La delusione di un giovane cittadino!

  1. Angelo Martucci

    Chi si deve vergognare? A mio modesto avviso si dovrebbero vergognare i “servi” quelle persone che si nascondono, che danno “una botta alla botte e una al cerchio”, si dovrebbero vergognare quelle persone che dicono di volere il bene per proprio paese…solo a parole…Si dovrebbero vergognare quelle persone invidiose, pronte a colpire chiunque, nei momenti difficili pur di trarne vantaggio personale; si dovrebbero vergognare coloro che predicano bene…per apparire amici di tutti, in realtà, nell’animo sono solo serpi velenose; si dovrebbero vergognare i falsi buoni, piochè, con la loro arte dell’nganno carpiscono la buona fede delle persone VERE; si dovrebbero vergognare i “populisti”, poichè calpestano la propria dignità pur di essere “applauditi”.
    Lo sviluppo culturale non si promuove con le chiacchiere di salotto, con i comizi urlati, con le promesse elettorali; bisogna crederci, puntarci e lavorarci, uscire fuori dal proprio paesello, confrontarsi con realtà molto più grandi. Come non ricordare che il Comune di San Sosti è stato invitato alla Borsa del Turismo Archeologico del Mediterraneo che si è tenuta a Paestum e non ha nemmeno risposto all’nvito? Oltre alle regioni alle province ai comuni italiani, erano presenti tutti i Paese del Mondo. Il Nostro paese è stato comunque rappresentato dalla Martus Editore, nello stand della Provincia, che ha proiettato su due schermi di 50 pollici un video documentario sui siti archeologici di San Sosti, egreggiamente presentato a cura di Antonio Cozzitorto. La Martus Editore, esimio curatore del Blog, è composta da quei qauattro “ragazzacci” vessati e perseguitati dai “padroni del nulla” che a quanto pare non hanno perso il viziaccio di prendere in giro le persone per bene e di vendicarsi.
    Questi quattro ragazzacci gestiscono l’area archeologica di Pauciuri (comune di Malvito) e stanno lavorando ad un progetto di portata extra-regionale. Ecco come si promuove il territorio!
    “Nemo propheta il patria”.

    Mi piace

  2. Ciao “Delusione di un giovane cittadino”, penso proprio di aver capito a cosa alludi e ti dirò… sei stato/a molto delicato/a a non fare i nomi di queste persone, perchè queste persone meriterebbero di essere “sputtanate” in tutto e per tutto. Non preoccuparti Dio vede e provvede!!!

    Mi piace

  3. Le delusioni mio caro giovane sono all’ordine del giorno,e la vita mi ha insegnato che poco si ottiene per merito ma molto per “Fortuna e Raccomandazioni”.Ormai si vive così da anni tu mi voti e io ti dò più voti mi procuri e più sono le possibilita che tu puoi avere ciò che chiedi….ma dichiarare il falso….non so a cosa ti riferisci non ho capito di cosa parli e da un pò che non vivo la vita di San Sosti e di sicuro mi sarò persa qualcosa e forse pure molto grave dato le tue dichiarazioni ,mi farebbe piacere saperne di più se è possibile,perchè è giusto che tutti sappiano e denunciare ciò che è accaduto.Questo clima omertoso che ormai dura da anni deve finire poichè siamo proprio noi a doverne pagare il prezzo più alto.

    Mi piace

  4. ................

    Caro cittadino/a deluso/a
    purtroppo e con rammarico devo ammettere che ciò che scrivi è vero.
    San sosti in questi ultimi anni è stato gestito malissimo, il lavoro scarseggia, e spesso accade che lavorano solo chi ha il calcio nel culetto. Allo stesso tempo ci sono i fannulloni che scaldano – (invece di lavorare uno disegna,l’altro gioca al pc,altri che guardano i muri e altri che invece non ci entrano nemmeno nell’ufficio) – la sedia nel comune rubando uno stipendio che servirebbe invece a chi potrebbe sfamare una famiglia che a stento riesce a portare avanti. Ma questo purtroppo è la vergogna del nostro comune. C’è da dire però allo stesso tempo che i sansostesi il lavoro non lo vogliono! Vorrebbero tutti un posto dietro una scrivania con il pc, internet, il ferma carta, il portapenne ecc ecc….poi invece emigrano fuori san sosti e vanno a fare gli operai il altri paesi…Potevano fare lo stesso lavoro ancahe a San Sosti però!!!

    Dulcis in fundo, tutti soddisfatti del loro posto su al nord, belli tirati e spavaldi poi ritornano alla tana per i parenti durante le feste e vengono a sputare nel piatto dove hanno mangiato per anni: “san sosti non offre niente, san sosti è morto, san sosti è il paese dei vecchi”…..queste sono persone che andrebbero fermate al bivio di san sosti e rispediti dove sono emigrati perchè non hanno capito un bel niente della vita.
    Se fossero rimaste a san sosti e aver accettato un lavoro qualsiasi nessuno sarebbe andato via…sarebbero nate cooperative,si sarebbero creati nuovi lavori e l’economia sarebbe cresciuta.
    Basta pensare che il lavoro ce lo danno i politici per elemosina, solo perchè lo abbiamo votato. Questa è la vera ignoranza.

    Mi piace

  5. E’ da molto tempo che dalle pagine di questo giornale condanniamo questo sporco modo sia di far politica che di amministrare.
    ma se le cose vogliamo che cambino dobbiamo avere il coraggio di denunciarli questi signori sia publicamente che legalmente con nome e cognome altrimenti passa tutto per un piccolo pettegolezzo che non giova a nessuno.E’ anche vero che non bisogna aspettersi che il politico di turno ci dia il lavoro solo perchè l’abbiamo votato, ma è altrettanto vero che il politico non deve monopolizzare il mondo del lavoro per poi usarlo per i propi interessi personali.

    Mi piace

  6. L’amaro commento “sul giovane incavolato” da parte di altri giovani che esprimono sconfortati un pessimismo, latente, tra l’altro, nella maggioranza delle nuove generazioni, è preoccupante. Per quel che può servire vorrei consigliare ai tanti giovani di non
    imitare o seguire i tanti “vati” che comunque non mollano la prima fila; essi frequentano voi, giovani
    soltanto per potersi assestare meglio a vostro scapito.
    Unitevi e operate voi in prima persona con convinzione, perseveranza e coerenza; IL RESTO VERRA’ DA SOLO. AUGURI Peppino De Luca

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...