L’abbraccio a Bonanno: amare la Chiesa

Di Mariacarmela Aragona (Avvenire 3-4-2011)

In allegato all’articolo sono pubblicati i video dell’evento. (R.R.)

Con il bacio alla terra diocesana di San Marco Argentano-Scalea, monsignor Leonardo Bonanno, nella festa di San Francesco di Paola, patrono della Calabria, dà inizio all’emozionante cerimonia del suo ingresso nella Chiesa a lui affidata da Benedetto XVI. Tra gli applausi e la commozione di una folla numerosissimail nuovo vescovo viene accolto dai sacerdoti diocesani, gli ordini religiosi e le aggregazioni laicali presenti sul territorio, i sindaci dei 32 comuni della diocesi e le autorità militari. «Ecclesiam diligere» cioè «amare la Chiesa»: il suo motto episcopale spiega lo stile con cui Bonanno desidera accompagnare il popolo di Dio che gli è stato affidato. Come un fratello nel Signore, un Pastore che cammina sulle strade e tra le case della gente, al fianco dei giovani che simbolicamente hanno percorso con lui il tragitto fino alla Cattedrale di S. Nicola di Mira dove è stato presentato dall’Arcivescovo Metropolita di Cosenza-Bisignano Padre Salvatore Nunnari. «Credo che ora un po’ tutti vi domandiate quale sarà il programma o piano pastorale che da nuovo Vescovo desidero proporre –sottolinea Bonanno nell’omelia-. Intendo rispondere con le parole del Papa Giovanni Paolo II nella sua Lettera Apostolica “Novo millennio Ineunte”: Non si tratta di inventare un nuovo programma. Il programma c’è già: è quello di sempre, raccolto dal Vangelo e dalla viva tradizione. Esso si incentra, in ultima analisi in Cristo stesso, da conoscere, amare, imitare». Parla di «strategia pastorale della convergenza» il nuovo pastore, di educare «alla vita buona del Vangelo», secondo gli Orientamenti indicati dalla Chiesa italiana per il nuovo decennio, di «Regola di vita» ma soprattutto della sua missione. «Mi propongo di essere -aggiunge Bonanno- ricco di vita interiore; povero di fatto e di spirito; umile e semplice, senza pomposità esterne e vanitosi esibizionismi; vicino ai sacerdoti da incontrare e ascoltare; disponibile al dialogo con tutti; buono, prudente ma coraggioso quando lo richiede il bene delle anime e della Chiesa; rispettoso dell’autorità civile e politica, senza però alcuna forma di servilismo; promotore di una pastorale dinamica e rinnovata con buona dose di fantasia».

Riprese a cura di P.Balestra.

Annunci

Una risposta a “L’abbraccio a Bonanno: amare la Chiesa

  1. Evviva l’A.C. – Evviva l’A.C.R. – Evviva A.C.L.I. – Evviva C.L. – Evviva il nuovo Vescovo!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...