Archivi del giorno: 2 luglio, 2011

Quello che la politica dovrebbe essere

Di Antonio Vigna

Quando si ha un’idea consolidata su qualcosa, il cui significato  esprime un concetto conosciutissimo  per la sua attualità e coinvolgente quotidianità  diventa spesso preda della più avvilente superficialità, sconfinando  nel più banale ed opprimente luogo comune,  con il quale tutti  sono disposti a lavarsi la bocca. Mi chiedo perché parlando di politica questo accade sempre. Tutti potrebbero fare a proposito  una loro personalissima analisi che in molti punti troverebbe d’accordo una buona percentuale di persone ma  non cambierebbe una virgola sul significato che il termine esprime e che inevitabilmente è di profonda sfiducia  appena il ricordo affiora. La causa è vecchia quando il mondo e va ricercata nella natura stessa degli uomini. Sinonimi come brama, avidità, gelosia ed egoismo ne sono la spiegazione più esemplare. Una volta Individuata la nicchia dove si annida il  male si dovrebbe estirparlo. Questa rimozione non facile, tuttavia non è impossibile ed è la strada dove occorre indirizzare  il nostro cammino. Trovare il coraggio per iniziare a ragionare  in modo diverso  è  doloroso ma  necessario perché in cambio c’è la sopravvivenza. Se un seme viene messo nella terra  ai primi caldi primaverili nascerà la pianta, se il terreno è la mente umana ci vorranno molte primavere perché la pianta nasca. Così come  nel terreno nessuna pianta nascerà se non sarà previamente coltivato,  anche nelle menti degli uomini dovranno essere avviati lunghi  processi  di   coltivazione dove si dovranno  mantenere alti i concetti di educazione e rispetto globale della persona, di  ogni  grado e Continua a leggere

Annunci