Manifesto della minoranza consiliare. (1 agosto 2011)

COMUNICAZIONE AI CITTADINI

In data 30 luglio alle ore 19:00 si è tenuto in seconda convocazione (perché in prima non era stato raggiunto il numero legale) il Consiglio Comunale alla presenza dei soli 6 consiglieri di maggioranza rimasti in carica, con ad oggetto un solo punto all’ordine del giorno: surroga consigliere comunale dimissionario.

Vogliamo far notare ai cittadini come nonostante la decadenza del sindaco, il passaggio all’opposizione dell’ex vice sindaco Oliva, le dimissioni frettolose e per certi versi non chiare del consigliere Iannello, le minacce di abbandono della nave di altri consiglieri, il vice sindaco De Simone cerchi ancora in tutti i modi di restare al timone senza rendersi conto che questa maggioranza non è legittimata a restare in carica, né politicamente, tantomeno legalmente.

I danni provocati a questa comunità sono la chiara espressione dell’inadeguatezza politica di questa maggioranza, basti citare solo qualche esempio: l’approvazione frettolosa di un bilancio con l’unico scopo di consentire a De Simone di restare in carica qualche altro mese; l’aumento della spazzatura del 45%, che per le attività commerciali si traduce in una tassa che supera i 5€ a mq2, una tassa usuraia che spinge alla chiusura; l’apertura del supermercato al padiglione fieristico.

Riguardo a quest’ultimo punto la vicenda si è svolta esattamente come noi stessi avevamo preventivato: non è possibile cambiare la destinazione d’uso visto che l’opera è stata finanziata con lo scopo preciso di diventare un padiglione fieristico. Ed ora che l’amministrazione ha speso altri soldi per sistemare l’area e ha posto in bilancio l’entrata del fitto, e riceve una A.R. della G.A.M. (Despar) che afferma di essere venuta a conoscenza che l’area interessata non può essere utilizzata per ospitare un supermercato, ci viene da chiedere se non sarebbe giusto che le somme poste in bilancio vengano pagate da questi sconsiderati amministratori, visto che la vicenda era chiara da tempo: si sapeva bene come sarebbe andata a finire!

Restando in tema di bilancio possiamo ricordare i 90.000€ della vendita di un lotto boschivo in località Pettoruto e affermare con cognizione di causa che anche queste sono false previsioni di entrata, essendo ormai arrivati al riequilibrio finanziario e non essendoci tracce di una gara d’appalto. Lo stesso vale per l’antenna Wind che dovrebbe portare nelle casse del comune 20.000€ mentre si sa che i contratti attualmente non superano i 5.000€.

Tutto questo e tanto altro accade mentre in questi 2 anni di amministrazione venivano meno 4 stipendi, un risparmio di circa 120.000€, per cui le casse del comune avrebbero dovuto poter respirare, e invece i nostri amministratori hanno aumentato le tasse!

Come potete voi stessi notare, cari concittadini, questi amministratori non hanno i requisiti  per poter saggiamente e giustamente amministrare, perché sono totalmente incapaci e soprattutto lontani da quelli che sono i bisogni della comunità e il bene comune.

Ad avvalorare la nostra tesi per cui per risollevare il nostro amato paese sia necessario che questa pseudo-maggioranza torni a casa, c’è la mancanza dei requisiti legali. Il Prefetto di Cosenza, infatti, in qualità di massima carica dello Stato in provincia, ha scritto una nota del 28 giugno 2011 prot. 29208/2011 al Ministero dell’Interno, avendo ad oggetto la decadenza del sindaco e la proposta di scioglimento del consiglio comunale.

È per tutte queste ragioni che in qualità di consiglieri di minoranza abbiamo scelto di non partecipare al consiglio comunale, almeno in attesa della risposta del ministero dell’interno, non certo per mancanza di sensibilità nei confronti del neo eletto della maggioranza che sicuramente non ha responsabilità dirette su quanto esposto finora.

Approfittando di questa comunicazione ci preme sottolineare un altro paio di aspetti incresciosi di questa gestione amministrativa:

  • a tutti i componenti della maggioranza chiediamo se sono coscienti della totale mancanza di servizi primari nel nostro comune e di quanti appuntamenti hanno perso, con finanziamenti in tutti i settori;
  •  all’assessore De Simone chiediamo quando pensa che si completeranno i lavori lasciati in eredità dalla passata amministrazione: ottobre si avvicina, Via Diaz è quasi al compleanno!
  • ai giovani della maggioranza che non sono autori diretti di questo malgoverno ma disattenti spettatori, chiediamo di fermarsi a riflettere e, dopo averlo fatto, di abbandonare la nave finché sono ancora in tempo, perché più si va avanti e più le condizioni peggiorano, visto che gli unici atti che questa maggioranza sta compiendo sono finalizzati esclusivamente a singoli individui, con la chiara connotazione clientelare.

I consiglieri di minoranza
De Marco – Boncompagni – Ferraro – Iannuzzi

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...