Lavori in corso.

Di Speranze perdute

Ancora pochi giorni e sarà Fiera, anzi a Fera du Pittirutu. Noi Sansostesi abbiamo una capacità innata, qualcosa che non và a livello genetico, di rovinare tutto ciò che di bello abbiamo.
Inutile elencare i disastri naturali e le opere incompiute. I primi per colpa Divina i secondi per colpa dello Stato, ma mai un riferimento alla incapacità di chi ha governato e ci governa.
Tutto è sotto gli occhi di tutti; sarà questo il perché nessuno vede???
Da qualche anno la Fiera è “ritornata “ al Piano della Fiera, e giusto o sbagliato che sia dimostriamo ogni anno la nostra incapacità nel gestire grandi eventi.
Nulla da dire agli amici che si occupano dell’ordine e della viabilità, costretti a farsi un culo come una capanna per colpa di uno che si diverte a intersecare le strade.
Ricordate quale prova di fede hanno dovuto affrontare l’anno scorso migliaia di pellegrini???
Fravitta-Santuario 4KM in 4 ore dentro macchine roventi.
Su partuti prigannu e si ni su iuti gastimannu .
Una tragedia e non esagero. Molti di quelli non torneranno più.
Di tutto questo ne andrà fiero colui che aveva ideato quel percorso. Far incrociare le macchine che vengono con quelle che vanno via nel punto più critico di tutto il Paese; la stradina che sbuca al fianco dell’ Hotel Santa Croce o per essere più precisi a casa i Vittorina.
Non serve rigirare una frittata oramai fredda, altre belle calde ne arriveranno.
Dalla prima domenica di settembre centinaia di macchine saliranno al Santuario e altre centinaia scenderanno. Provate ad immaginare se questo lungo e lento ma pur sempre fluido traffico dovesse bloccarsi. Un bell’incubo.

Mi dispiace per tutti, me compreso, ma questo è il minimo che possa capitare. Perché???
Qualche mese fa c’è stato un crollo, una caduta di grossi massi su una carreggiata della strada che porta al Pettoruto, a poche decine di metri dal ponte grande.
E purtroppo come spesso accade dalle nostre parti, invece di porvi un rimedio si piazzano tre cartelli a perenne ricordo e arrivederci al prossimo disastro.
Pericolo Generico e Sensi unici alternati ma il massimo della presa per il culo è il terzo segale: LAVORI in CORSO.
Mi auguro solo che queste mie righe siano state inutili e che chi di dovere abbia già preso le misure necessarie per risparmiarci l’ennesima figura di m…!.

Che la Madonna ss del Pettoruto vegli su tutta la nostra piccola comunità.

Annunci

3 risposte a “Lavori in corso.

  1. Osservatore attento...

    Ottimo articolo, anche se un pò “sboccato”,
    comunque OTTIMO!!!
    Hai dimenticato, però, di parlare di una strada
    che per molti anni è stata il “salvagente” di molti pellegrini
    e che da più di un anno è stata DIMENTICATA……..
    la strada in questione è quella di Caselvecchio che come dicevo
    prima, da circa due anni non è TRANSITABILE a causa di uno
    smottamento che ha lasciato alcune famiglie isolate.
    Per il pellegrino quella strada era un “paleativo” per uscire o
    entrare in San Sosti ed anche se con qualche problema di coda
    si riusciva a dirigere il traffico in modo corretto…
    Altra domanda riguarda una strada che si potrebbe chiamare
    LA GRANDE INCOMPIUTA?? ed è quella che esce al Ponte di
    S. Linardo, quando finirà??? potrebbe essere un’altra strada
    per decongestionare il traffico della Fiera o, meglio ancora il
    “SITO” della Fiera stessa.
    Comunque non dobbiamo piangerci addosso,
    bensì combattere questo stato di abbandono e gridare
    con FORZA VIVA SAN SOSTI….

    Mi piace

  2. Penso che sarà molto difficile dare una risposta concreta a ciò che sta succedendo nel nostro paese,ma almeno non ci resta che invocare la protezione della Madonna del Pettoruto e sperare che le nostre preghiere siano tante per quante sono le aspettative della nostra piccola comunità.

    Mi piace

  3. Leggo solo ora il tuo articolo, con lo sconforto che questa interruzzione creerà tantissimi problemi al traffico e ripercussioni sui poveri pellegrini.
    Oltre questo, devo dire che sono molto deluso dalla situazione in cui riversa il mio paese. Possibile che non si riesce a dare un nuovo volto a San Sosti?
    I giorni della fiera, l’appuntamento più importante per il paese e cosa si fa? Nulla! Va bene le illuminazioni, va benissimo la fiera giù, ma oltre questo? Dopo centinaia di anni di fiera, secondo voi, si è evoluto qualcosa? No. Niente.
    Cosa succederà? Strade scassate, traffico in tilt, pellegrini insoddisfatti, sporcizia nelle strade e nei terreni che danno il benvenuto, disorganizzazione a 360°…
    “Speranze Perdute”, saremo molti a perdere la speranza se non si farà nulla per cambiare!!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...