Archivi del mese: settembre 2011

Mostra di Icone a Spezzano Albanese nel mese di Ottobre: Espone Antonio Gattabria

Di Cesare De Rosis

Si terrà dal 17 al 28 ottobre 2011 presso la Biblioteca civica “Giuseppe Angelo Nociti” in Spezzano Albanese una mostra di icone realizzate da Antonio Gattabria. Scrive bene Mario Gaudio quando dice che Gattabria utilizza in effetti le affascinanti tecniche tradizionali greche caratterizzate dall’uso di pigmenti naturali, tavole pregiate e, soprattutto, apposite preghiere tipiche dell’antica iconografia bizantina.
Avendo redatto la mia tesi di laurea specialistica in Storia dell’arte bizantina e, avendo dedicato un lungo capitolo ai neo-iconografi, non avrei potuto non annoverare Gattabria se al tempo non fosse stato agli albori. Non avremmo immaginato che la sua perizia e meticolosità, a cui fa da base una straordinaria maestria, raggiungesse vette così alte. Una mostra che precede quella che si sta anticipando in questa sede è stata allestita  a San Costantino Albanese dal 7 al 22 agosto presso l’Etnomuseo della civiltà contadina arbëreshe. L’esposizione portava il seguente titolo: “L’icona immagine dell’Invisibile”.
Tra le tavole esposte si annoverano le immagini dei Santi Medici Cosma e Damiano, S. Giovanni Battista, S. Nicola di Myra, S. Costantino il Grande, S. Barbara e le immancabili icone della Vergine Orante, del Nymphios e del Mandyllion. L’icona, dicono i greci, è “deuteròtypos toù prototypoù”, cioè “riflesso della realtà di Dio”, perchè essa dà all’immagine una Continua a leggere

“A proposito dell’Ascia di Kyniskos… e delle amicizie lontane”

Di Raffaele Rosignuolo

Meno male che l’estate ci permette di rivedere le persone conosciute che, soprattutto per motivi di lavoro, trascorrono ormai pochi giorni all’anno nel paese di origine, purtroppo.

Rivedendo Antonio Castellucci jr, ingegnere informatico, in capitale dal 1999, per un motivo e per un altro il discorso si è posato sull’ascia di Kyniskos e lui stesso mi raccontò di un incontro avuto con i responsabili del BM, quando, all’inizio del 2007, risiedette un paio di mesi a Londra per lavoro.

Per correttezza di informazione, quindi, devo portare a conoscenza dei lettori del sito che anche l’ingegnere ha avuto un ruolo importante nella correzione dell’archivio digitale del British Museum di Londra, dove è esposto il nostro reperto. Ci fu uno scambio di e-mail, che io ho visionato, tra l’ingegnere Castellucci ed il curatore del dipartimento “Greece and Rome”, Thomas Kielg. Infatti, il 13 aprile 2007, il nostro Continua a leggere

Con la riforma giudiziaria scompariranno otto Uffici del giudice di pace, tra questi quello di San Sosti.

Articolo di Gianpaolo Iacobini tratto dalla Gazzetta del Sud.

La Commissione Bilancio del Senato dice sì: e dopo i Tribunali minori, a rischio ora anche gli Uffici del giudice di pace.
Nella sola Calabria citeriore, in particolare, sarebbero otto: Cassano, Lungro, Mormanno, Oriolo, San Sosti, Spezzano Albanese, Trebisacce. Sono i paesi che, molto probabilmente, solo per restare al circondario del Tribunale di Castrovillari (a rischio estinzione come quelli limitrofi di Rossano e Paola), nel giro d’un anno potrebbero perdere i loro Uffici del giudice del pace. Tutti soppressi, in ossequio alla ragion di Stato, per far cassa. Col risultato di eliminare la giustizia di prossimità e costringere i cittadini residenti in paesi come Castroregio, Canna, Cersosimo o Laino Castello, giusto per citarne alcuni, a interminabili tragitti in auto (più di due ore, tra andata e ritorno) per raggiungere l’unico Ufficio che resterà in vita Continua a leggere

Triste notizia.

Di Raffaele Rosignuolo

Antonella La Cava San SostiColpito dalla prematura scomparsa di Antonella La Cava, informo i lettori del sito che oggi alle 17 si terranno i suoi funerali, nella chiesa parrocchiale del nostro paese.

Non ho parole per dire quello che provo nel dare questa brutta notizia; non riesco ad esprimere lo sgomento e il dispiacere che sento dentro di me.

Non mi resta che fare le più vive condoglianze a tutta la famiglia e manifestare  solidarietà ai figli Giuseppe, Maria e Ilenia.

Secondo il Financial Times l’Italia è impantanata e la crisi sta mettendo in evidenza l’incapacità politica dell’attuale governo: “Crisis exposes weakness of Italian coalition”

Di Raffaele Rosignuolo

Il Financial Times, nell’articolo del 31 agosto (di seguito allegato), parla della crisi italiana. Scrive che gli italiani, al ritorno dalle vacanze estive, si trovano di fronte una maggioranza di governo «impantanata» sulla manovra economica, sulle cui misure prevale ancora il caos. L’articolo “bacchetta”, inoltre, l’informazione diffusa dai telegiornali nazionali, in particolar modo quella della Rai che ieri, 31 agosto, piuttosto che approfondire sulla questione economica  italiana – dalla quale dipendono le sorti economiche dell’Unione Europea –  ha preferito dare spazio a servizi tipo “un cane che ingoia un diamante, un uomo che trafigge la testa con cesoie da giardino e ristoranti di Parigi che servono cibi precotti” (Tg2 delle 13.00). Di fatto la situazione economica italiana è Continua a leggere