A PROPOSITO DI ………

Carissimo Raffaele,
Non amo scrivere in anonimato, considerando tale pratica aberrante oltre che una forma di ipocrisia.
Preciso comunque che questa esternazione non intende essere una risposta al soggetto che ha partorito quell’opera d’arte stilistica denominata “ giorni infelici e tristi vive la nostra comunità”.
Francamente mi sembra che quel lubrico manifesto voglia celebrare il trionfo dell’ignoranza, poiché tante ed evidenti sono gli errori che non possono trovare alcuna giustificazione , neppure se operati di proposito.
I contenuti poi sono completamente assenti e non vi sono proposte serie e costruttive; tranne qualche stantia e generica affermazione si leggono solo veleni ed arroganza.
La verità è che si cerca con ogni mezzo di ostacolare il progetto che questi ragazzi vogliono portare avanti.
Bisogna invece prendere atto della presa di coscienza , la vitalità ritrovata  e il  vigore che i nostri giovani vogliono spendere per sollevare le sorti di questo sfortunato borgo.
Invece assistiamo a maldestri tentativi rivolti a scardinare il “nuovo” che avanza, dietro il fumoso pretesto della  esperienza che mai finora alcuno ha saputo dimostrare di possedere. Infatti tanti e tali sono stati gli errori e gli orrori ( e non tutti in buona fede) che è tempo ormai di una chiara e distinta inversione di rotta che dovrebbe avere il sostegno di tutti e soprattutto da parte di chi ha la visione e la coscienza critica dei gravi problemi che affliggono la nostra Comunità.
Qui si contano solo i fallimenti e i tristi primati negativi noti  a tutti, ma anche si evidenzia l’arroganza di sentirsi indispensabili  e di  riproporsi per  finire l’opera di distruzione e di oscurantismo economico e culturale .
Il successo di questa ondata di aria fresca è però in gran parte  subordinato al coraggio e alla perseveranza che i giovani sapranno dimostrare nel saper isolare le spinte distruttive ,ma soprattutto nel saper rimanere con i piedi per terra  non demonizzando tutto e tutti  e ricordandosi  che SEMPRE  c’è qualcosa da apprendere.

Un qualunque cittadino di San Sosti

Annunci

4 risposte a “A PROPOSITO DI ………

  1. Sono il secondo qualunque cittadino di San Sosti e non mi piace scrivere anonimo, pertanto preferisco esprimermi in totale anonimato.
    Caro qualunque cittadino di San Sosti,
    apprezzo quello che tu dici, (e se il direttore del giornale me lo permette, pubblicando questo post), i giovani stanno cercando di eliminare il vecchio cercando di affermarsi ecc ecc…. però nel contempo non posso accettare comizi come quello tenutosi al santa Croce dove i giovani non sanno quello che dicono andando di palo in frasca.
    Non posso accettare un movimento giovanile culturale che invita solo chi è con il prentendore della carica, isolando chi potrebbe essere più forte di lui e quindi con la paura di venir messo da parte.
    Un movimento giovanile, penso nasce per esigenza di confrontarsi con tutti almeno i giovani, con i meno giovani, perchè no! Anche con gli anziani che ci insegnano qualche trucco…poi, dopo qualche sacrificio se si vuole si passa alla politica locale….invece no! Il movimento nasce sotto sotto con il primario risvolto politico tenendo allo scuro tutti i giovani che credono alle favole e quindi all’aggregazione giovanile…
    Questo è il risultato….
    A vou l’ardua sentenza.

    Mi piace

  2. L’anonimato non piace a nessuno e quindi neanche a me!!ma sotto forma anonima ti dico caro secondo qualunque cittadino che viste le disgrazie avute negli anni passati,dobbiamo essere contentissimi se un gruppo di giovani inizia a interessarsi alla cosa pubblica,senza trucchi dei vecchi,perche’ San Sosti non ha piu’ bisogno di trucchi ma di aria nuova,genuina,fresca,intelligente e sopratutto onesta e capace!!!!da quel che so’ a nessuno viene precluso il confronto,a meno che da buon sansostese fai tu preclusioni inventandoti cose che non esistono!!probabilmente qualcuno inizia seriamente ad aver paura di questi giovani,cosi’ per prevenire si inizia a denigrarli!!sai secondo cittadino,se non te ne sei ancora accorto,il nostro paese e’ morto,proprio grazie al vecchiume politico,tutti coloro che hanno amministrato hanno la responsabilita’ di questo grave degrado,non li vogliamo piu’ devono farsi da parte e sopratutto devono(se vogliono bene al loro paese)favorire il nuovo che avanza,non ostacolarlo!!i film gia’ visti non hanno nemmeno l’effetto sorpresa del finale,vogliamo cambiare perche’ e’ giusto che sia cosi’!!rinascere si puo’ma non certo con chi ha rovinato San Sosti!!!!!
    FORZA RAGAZZI DATECI DENTRO SENZA DARE IMPORTANZA A CHI VE NE FARA’ PASSARE DI TUTTI I COLORI PUR DI ABBATTERVI!!!!!!!!!

    Mi piace

  3. Ci avviciniamo, inesorabilmente, alle elezioni comunali, ma la scena purtroppo non muta; ci sembra di rivivere lo stesso copione ormai noioso e pieno di incrostazioni rivisto sempre.
    Finora, fra tanto buio è apparsa una piccola fiammella che proietta un pò di luce: quella della speranza e forse dell’illusione.
    Tutto il resto è solo vecchiume, ormai fuori uso da consegnare all’archivio storico di San Sosti. Non un accenno invece ai non più rinviabili problemi di San Sosti, ma solo fumose e generiche affermazioni. C’è solo la corsa all’alleanza per procurarsi posizioni e non rimanere fuori ; non un cenno ad argomenti seri e reali che possano orientare il cittadino liberamente.
    E’ proprio sacrosanto: IL VOSTRO TEMPO E il VOSTRO SPAZIO E’ FINITO E QUINDI SIATE SERI E PRENDETENE ATTO1
    il qualunque cittadino di San Sosti.

    Mi piace

  4. DE LUCA GIUSEPPE

    Forse sarebbe il caso che qualcuno cominciasse a riflettere su queste
    novità, altrimenti tutto è “arretratezza” anzicchè “vecchiume”:
    “”” Politiche Sociali – Cosenza, 02/01/2012 – Anno europeo dell’invecchiamento attivo e della solidarietà tra le generazioni
    L’Unione Europea ha proclamato il 2012 Anno europeo dell’invecchiamento attivo e delle solidarietà tra le generazioni. L’anno sarà l’occasione per sostenere gli sforzi degli Stati membri, delle autorità regionali e locali, delle parti sociali e della società civile per promuovere l’invecchiamento attivo e la solidarietà tra le generazioni e sfruttare maggiormente il potenziale delle generazioni del baby-boom.
    Obiettivo dell’Anno è la promozione di una cultura dell’invecchiamento attivo che valorizzi l’utile contributo degli anziani alla società e all’economia, favorendo opportune condizioni di lavoro, di partecipazione alla vita sociale e di vita sana ed indipendente.
    In tale quadro, la solidarietà e la cooperazione tra le generazioni rappresenta un elemento trasversale che sottende le azioni e le attività di sensibilizzazione sul tema.
    Per la promozione e lo svolgimento delle attività dell’Anno 2012, ogni Stato Membro si avvale di un organismo di coordinamento a livello nazionale. Per l’Italia, il coordinamento nazionale è svolto dal Dipartimento per le Politiche della Famiglia che assicura un raccordo tra le amministrazioni interessate e tutti gli altri attori coinvolti per la programmazione delle attività nazionali.”””
    Buon anno Peppino De Luca

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...