Considerazioni forse inutili, ma assolutamente sincere

Faccio parte di quella privilegiata minoranza  che ha sostenuto “Porte Aperte”, la lista dei giovani. Orbene, facendo un bilancio di quanto è accaduto, mi si affacciano alla mente tre considerazioni:

A) come mai una lista, emblema di autentico rinnovamento, composta da validi giovani , oggetto di  apprezzamento  e simpatia da parte della quasi totalità dei cittadini, non ha raggiunto  il quorum neppure per entrare in Minoranza? Come si spiega questa contraddizione?  Forse per l’incapacità della nostra società ad esprimere un voto libero,  di opinione, non orientabile da chiacchiere e promesse vane, da piccoli favori i cui effetti durano solo un giorno, da atteggiamenti istrioneschi che dovrebbero avere soltanto la valenza dello spettacolo, da un imperante familismo  che nei tempi odierni dovrebbe trovare linfa soltanto nelle società tribali?  In questi interrogativi, che io definisco retorici, si trova la chiave per spiegare il processo involutivo che, da  tempo, sta risucchiando il nostro comune e la ragione di un pessimismo severo su quello che sarà il futuro del nostro municipio.

B) La seconda considerazione riguarda i giovani:  vi sono giovani che ,ahimè, sono da considerare tali solo per la loro  anagrafe;  nulla più li accomuna a questa nobile categoria. Costoro pensano da vecchi, vivono da vecchi, ripropongono modelli vecchi. In sintesi sono portatori di una cultura superata che non sa interpretare  le dinamiche dei processi che stanno cambiando il mondo. Di questo modello, un preclaro esempio lo abbiamo individuato in alcuni giovani della nostra piccola borgata. Essi, durante la recente campagna elettorale, hanno accettato di fungere  da grimaldello di cui
il “vecchio mondo”,   pervaso dalla logica di “Francia o Spagna, purchè se magna”, si è servito per  scardinare una realtà che  giovani veri  animati da cultura fresca, fantasia, progettualità ed amore per questa terra,hanno costruito con sagacia ed impegno.

C) La terza ed ultima considerazione mi viene sollecitata da una voce diffusa tra i sostenitori della  lista N°2 secondo cui i giovani della terza lista si sarebbero resi responsabili di una grave sciagura: quella  d’aver favorito la vittoria della lista N°1 e non quella della N°2. Premesso che la grave sciagura si è consumata con la sconfitta dei “Giovani“ gli unici portatori di speranza, mi sembra assolutamente ovvia l’affermazione di Frate Giovanni secondo cui il risultato elettorale ci ha offerto il male  minore: la diversa caratura delle due liste, è sotto gli occhi di tutti…. ciascuno, poi, è legittimato a giudicare come vuole, persino ad affermare che il centro dell’Universo sia il nostro piccolo pianeta.

Un elettore del rinnovamento

Annunci

Una risposta a “Considerazioni forse inutili, ma assolutamente sincere

  1. Maria Arcuri

    Con tanto rammarico devo costatare che, a differenza di ciò che speravo, la campagna elettorale è finita ma la bufera non si placa, le polemiche continuano!!!
    Avevo pensato, come in altre occasioni, di non rispondere, di lasciar correre, poiché sono convinta che la miglior risposta all’insulto sia l’indifferenza che fa scemare nel dimenticatoio la provocazione!!!
    Non ho nessuna intenzione di dare lezioni di vita…ma oggi mi sento di darvi un consiglio….INIZIATE A FARVI UN PICCOLO ESAME DI COSCIENZA invece di continuare a giudicare e a puntare il dito contro NOI GIOVANI che, di NOSTRA spontanea volontà, abbiamo deciso di dissociarci dal gruppo “PORTE APERTE”!
    Sarebbe stato facile per me spiegare i motivi che mi hanno portato a fare questa scelta, che mi hanno spinto ad abbandonare il gruppo…ma ho preferito passare da “incoerente” e da “traditrice”, come voi stessi pubblicamente mi avete definito, pur di non fomentare ulteriori polemiche!!! Tanto chi mi conosce DAVVERO sa che persona sono!!!
    E poi…caro elettore del rinnovamento, giacché dici di essere fiero di questa tua scelta, perché non ti assumi la responsabilità di ciò che scrivi firmando il tuo articolo con nome e cognome?!?
    È questione di civiltà…la civiltà impone il coraggio delle idee!
    È giunto il momento di smetterla con questi giochi meschini e infantili da parte di personaggi tra l’altro ben identificati!
    È giunto il momento di impedire l’anonimato…chi scrive deve farlo in perfetta dichiarazione della propria identità.
    Basta con questi mezzucci che hanno fatto il loro tempo…sono metodi squallidi!!! Del resto, sui giornali gli articoli si firmano con il proprio nome e cognome….a tal proposito, colgo l’occasione di suggerire al Direttore del giornalino, l’ing. Raffaele Rosignuolo, di evitare di pubblicare commenti non firmati…poiché proprio questi, da qualche tempo, hanno creato nel nostro caro paese un’evidente disgregazione sociale, mettendo i cittadini gli uni contro gli altri!
    Se davvero amiamo il nostro paese, smettiamola con le polemiche, iniziamo a rispolverare quell’antica parola che si chiama RISPETTO…iniziamo a lavorare tutti INSIEME per una San Sosti MIGLIORE!!!
    Maria Arcuri

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...