Archivi del giorno: 18 luglio, 2012

Il referendum nascosto per tagliare gli stipendi dei politici

Da alcune settimane è partita la raccolta firme per tagliare gli stipendi di  deputati e senatori. Un referendum abrogativo in tono minore, dato che nessuno  ne parla. Promotore il partito dell’Unione popolare «Abbiamo spedito i moduli a tutti i comuni  italiani – spiega il segretario Maria Di Prato – tutti i cittadini possono  partecipare». Lo sanno in pochi, eppure in questi giorni è possibile firmare per tagliare gli  stipendi dei nostri parlamentari. La raccolta delle sottoscrizioni è promossa  dal piccolo partito Unione popolare. Una campagna referendaria in tono minore,  che rischia di rivoluzionare la politica italiana. Eppure sono in pochi a conoscere la campagna. «Ci stanno  boicottando» denunciano dall’Unione popolare. «Poche righe sui giornali,  pochissimo spazio in televisione. A darci una mano è il web: su facebook abbiamo  già contattato circa 120mila cittadini». Tredicimila gli iscritti al gruppo. «È  importante che tutti lo sappiano – lancia un appello Maria Di Prato – noi  abbiamo inviato i moduli per la raccolta delle firme a tutti gli ottomila comuni  italiani. Si può firmare ovunque, basta chiedere del referendum dell’Unione  Popolare».
L’obiettivo è ambizioso. Devono essere raccolte 500mila  firme entro la metà di agosto. Ma non impossibile. «Siamo quasi a Continua a leggere