Archivi tag: Mostra di Icone a Spezzano Albanese

Mostra Iconografica a Spixana: Espone Antonio Gattabria. Icona, Immagine dell’invisibile

Di Cesare De Rosis

arcangelo_micheleSi terrà dal 15 Dicembre 2012 al 6 Gennaio 2013 presso la Biblioteca civica “Giuseppe Angelo Nociti” in Spezzano Albanese una mostra di icone realizzate dal maestro Antonio Gattabria, il quale  utilizza le affascinanti tecniche tradizionali greche caratterizzate dall’uso di pigmenti naturali, tavole pregiate e, soprattutto, apposite preghiere tipiche dell’antica iconografia bizantina.
In itinere si terranno due importanti iniziative: la prima sabato 29 Dicembre che consiste in un laboratorio di stage- Materiali e tecniche iconografiche della tradizione bizantina. La seconda iniziativa consiste in un Convegno che ha come tema: “Icona, Immagine dell’invisibile” e vedrà come relatori Papàs Antonio Bellusci e chi scrive. A moderare l’evento la Dott.ssa Domenica Milione, responsabile della Biblioteca Civica. Sarà presente ed interverrà, ovviamente, l’autore.
Avendo redatto la mia tesi di laurea specialistica in Storia dell’arte bizantina e, avendo dedicato un lungo capitolo ai neo-iconografi, non avrei potuto non annoverare Gattabria se al tempo non fosse stato agli albori. Non avremmo immaginato che la sua perizia e meticolosità, a cui fa da base una straordinaria maestria, raggiungesse Continua a leggere

Annunci

Mostra di Icone a Spezzano Albanese nel mese di Ottobre: Espone Antonio Gattabria

Di Cesare De Rosis

Si terrà dal 17 al 28 ottobre 2011 presso la Biblioteca civica “Giuseppe Angelo Nociti” in Spezzano Albanese una mostra di icone realizzate da Antonio Gattabria. Scrive bene Mario Gaudio quando dice che Gattabria utilizza in effetti le affascinanti tecniche tradizionali greche caratterizzate dall’uso di pigmenti naturali, tavole pregiate e, soprattutto, apposite preghiere tipiche dell’antica iconografia bizantina.
Avendo redatto la mia tesi di laurea specialistica in Storia dell’arte bizantina e, avendo dedicato un lungo capitolo ai neo-iconografi, non avrei potuto non annoverare Gattabria se al tempo non fosse stato agli albori. Non avremmo immaginato che la sua perizia e meticolosità, a cui fa da base una straordinaria maestria, raggiungesse vette così alte. Una mostra che precede quella che si sta anticipando in questa sede è stata allestita  a San Costantino Albanese dal 7 al 22 agosto presso l’Etnomuseo della civiltà contadina arbëreshe. L’esposizione portava il seguente titolo: “L’icona immagine dell’Invisibile”.
Tra le tavole esposte si annoverano le immagini dei Santi Medici Cosma e Damiano, S. Giovanni Battista, S. Nicola di Myra, S. Costantino il Grande, S. Barbara e le immancabili icone della Vergine Orante, del Nymphios e del Mandyllion. L’icona, dicono i greci, è “deuteròtypos toù prototypoù”, cioè “riflesso della realtà di Dio”, perchè essa dà all’immagine una Continua a leggere