Archivi tag: Risvolti della politica sansostese

Clemente Mastella demolisce le alleanze politiche sansostesi

 

Proprio nel momento in cui  il vicesindaco di San Sosti Ricca Amerigo, si prepara al grande salto  che dovrebbe portarlo a rivestire le vesti di consigliere provinciale, Clemente Mastella gli rovina l’agognato progetto. L’ex guardasigilli di Prodi, rompendo gli indugi ha annunciato al quotidiano Calabria Ora che l’Udeur in Calabria sarà alleato con il Popolo della Libertà a partire dalle provinciali di Cosenza e Crotone, in programma per giugno, e fino ad arrivare alle regionali dell’anno dopo. Al suo fianco, nella conferenza stampa che ha divulgato il quiproquò della transumanza, c’era anche il consigliere regionale Giulio Serra che in Calabria è commissario del partito e sponsorizza la candidatura provinciale di Amerigo Ricca. Strano appare il placet offerto da Serra all’operazione mastelliana. Proprio pochi giorni fa il politico sammarchese aveva elogiato il lavoro portato avanti dalla giunta provinciale guidata da Mario Oliverio. Clemente Mastella ha rovinato di riflesso anche i progetti del Sindaco di San Sosti, Vincenzo Bruno, e del Candidato a Sindaco Vincenzo De Marco. Sembra che tra i tre, rovinati dalle ferali notizie arrivate da Roma, si fosse concluso o si stesse per concludere un accordo in virtù del quale i consensi elettorali del centro sinistra  sarebbero stati indirizzati verso Ricca Amerigo; Bruno sarebbe stato nominato assessore esterno nel futuro esecutivo provinciale presieduto da Oliverio e De Marco avrebbe lucrato del clima di pax tra le varie componenti dello schieramento di maggioranza ( Udc esclusa!). Ora la decisione di Mastella scompone le parti e prefigura nuovi apparati scenici. L’Udeur sansostese è stretta in una morsa che la costringe o ad offrire i suoi servigi alla locale Casa delle Libertà o ad accantonare ogni pretesa di candidatura a livello provinciale. Se così fosse nuove trame renderebbero inconciliabili le tre figure, intorno alle quali ruota, da più lustri, la politica dell’attuale maggioranza e agevole apparirebbe la strada della vittoria per le forze d’opposizione. A meno che non scenda in campo o un grande demiurgo in grado di rendere omogenei, con la sua autorevole candidatura, interessi contrastanti o un giovane capace di diffondere progetti freschi e di motivare quella fetta di elettorato di centro sinistra che appare stanco, come ha rivelato il recente sondaggio proposto da Goladelrosa.eu, di liturgie ormai consumate.

Lo spadaccino

 

Annunci