Archivi tag: Sondaggi San Sosti

Valutazione e commenti ai risultati del Primo Sondaggio Politico

 

Note metodologiche

E’ necessario premettere che il sondaggio ha una bassa attendibilità statistica poichè il campione non è stato estratto secondo metodologie statistiche. Esso permette solo di rilevare le tendenze in atto negli strati, con familiarità nell’uso delle tecnologie informatiche, della popolazione sansostese.

Primo schieramento

Cognome

Nome

Voti

Percentuale

De Marco

Vincenzo

27

24,77

Cundari

Paolo

17

15,6

Boncompagni

Franco

15

13,76

Bruno

Giuseppe

6

5,5

Ricca

Amerigo

6

5,5

Bruno

Vincenzo

4

3,67

Perrone

Giuseppe

3

2,75

De Simone

Mario

2

1,83

Altro

 

29

26,61

Totale

109

100,00

 

Dati riassuntivi

Totale

109

Media

12,11

Dev. Stand

10,40

Max

29

Min

2

Campo Var.

27

Mediana

6

 
 
Leggenda.

Media= Media aritmetica dei voti.

Max=  Massimo numero di voti totalizzati da un componente della coalizione.

Min=  Minimo numero di voti totalizzati da un componente della coalizione.

Campo di variazione= differenza tra Max e Min.

Deviazione standard= permette di  fare paragoni tra le distribuzioni dei voti delle due coalizioni.

Più elevato è il valore  della deviazione standard più i risultati dei probabili candidati sono diversi tra di loro.

GRAFICO

Il voto di Paolo Cundari
Dai voti complessivi totalizzati da Paolo Cundari sono stati sottratti 46 voti che sono pervenuti dai Server stranieri di Cina e Giappone,  paesi nei quali non è rilevata alcuna presenza di cittadini sansostesi.
Mentre i 46 voti possono essere interpretati come una sorta di gradimento internazionale per l’ex vice sindaco non possono essere conteggiati ai fini del sondaggio da noi predisposto.
 

 

 

Tendenza in atto nello schieramento di maggioranza

Elevato appare la percentuale (26,61%) di potenziali votanti che esprimono istanze di cambiamento nella selezione dei candidati. Inessenziali ai fini dell’economia dello schieramento appaiono gli apporti degli ex socialisti che totalizzano l’1,30% ed il 5,50% dei consensi.

Rinunciatario appare nella coalizione, il ruolo svolto da sindaco (3,67%) e vice sindaco (5,50%) proiettati verso altre mete (leggasi elezioni provinciali).  Per tale motivo il dato ottenuto dai due amministratori non va interpretato come segnale di debolezza poichè esso evidenzia l’assunzione di un profilo basso, quasi ecumenico per racimolare consensi in tutti gli strati della popolazione.

Contesa tra Partito Democratico e UDC  appare la testa della coalizione.

Il 39%  dei votanti comunque preferisce i candidati del Partito Democratico ed in modo precipuo Vincenzo De Marco, che rappresenta la personalità di rilievo dello schieramento di centro sinistra. Buona l’affermazione di Paolo Cundari che si attesta al secondo posto nella classifica dei più votati.

 

Schieramento di opposizione

Cognome

Nome

Voti

Percentuale

Zicarelli

Enedino

33

24,09

Sirimarco

Michele

17

12,41

Oliva

Vincenzo

16

11,68

Bruno

Pietro

15

10,95

Guaglianone

Giuseppe

13

9,49

Malfona

Tommaso

10

7,30

Martucci

Carmela

9

6,57

Rimola

Francesco

3

2,19

Altro

 

21

15,33

Totale

137

100,00

Dati Riassuntivi
 

Totale

137

Media

15,22

Dev. Stan.

8,47

Max

33

Min

3

Campo Var.

30

Mediana

15

Leggenda.

Media= Media aritmetica dei voti.

Max=  Massimo numero di voti totalizzati da un componente della coalizione.

Min=  Minimo numero di voti totalizzati da un componente della coalizione.

Campo di variazione= differenza tra Max e Min.

Deviazione standard= permette di fare paragoni tra le distribuzioni dei voti delle due coalizioni.

Più elevato è il valore della deviazione standard più i risultati  dei probabili candidati sono diversi tra di loro

 

GRAFICO

Tendenze  in atto nello schieramento di opposizione

Elevato appare il gradimento di Enedino Zicarelli che totalizza il 25% dei consensi, piazzandosi prima di Vincenzo Oliva (12%) e di Michele Sirimarco (12%)..

Cospicuo appare il numero di coloro che “spingono”  per la selezione di altri candidati (15%).

Buono si rivela il risultato di Pietro Bruno (11%) e Giuseppe Guaglianone (9%).

Il maggior numero di consensi sembra cristallizzarsi intorno a soggetti provenienti dalla sinistra o dal centro – sinistra.

Frange inessenziali, ai fini della economia elettorale dello schieramento, appaiono i probabili candidati di centro – destra

 

La Redazione Goladelrosa.eu

Annunci