Archivi tag: Vincenzo De Luca San Sosti

Sulla cultura della Magna Grecia

Di Vincenzo De Luca

La Magna Grecia vista attraverso epigrafi e laminette: terra del desiderio, della bellezza e del vigore dei suoi abitanti.  Così un colto greco, nel V sec. a. C.,  immaginava la Magna Grecia. Callimaco di Cirene cantò nelle Origini il pugile Locrese  Euthymos, tre volte vincitore a Olimpia (negli anni 484, 476, 472), liberatore della città di Temesa dal tributo di una vergine all’eroe della città (frammento 635 Pfeiffer). La  Coppa di Nestore, sicuramente Continua a leggere

ERA in “pianura”.

Di Vincenzo De Luca

Santuario dedicato ad ERA in “pianura”. Era in pianura per distinguere questa sede da quella “urbana”, di cui si hanno molte fonti letterarie (Phylarc.ap Athen 12,512 ; Heracl. Pont .Athen 12, 521). L’ascia rituale con iscrizione votiva, 560 a. C. (P.G. Carratelli, in “ I Greci d’occidente” ) di San Sosti, “Sono sacra di Era, QUELLA IN PIANURA, Kyniskos mi dedicò, lo ortamos ( il funzionario speciale ),come decima dei (suoi) lavori”, con traduzione di M. Guarducci, individua un Temenos, ovvero un luogo sacro appartenente al santuario della dea e la sua recinzione ai confini della Chora (zona coltivata, che indicava il territorio agricolo della città di Sibari 720-510 a.C.), quindi fuori dalla città. Plutarco, attribuisce l’epiteto Leucadia ad Era di Sibari, per distinguerla da Continua a leggere