Trentacinquesima edizione del Carnevale sansostese

Di Raffaele Rosignuolo

Al via, la trentacinquesima edizione del Carnevale sansostese. Per l’importante traguardo, è stato messo a punto un programma denso di appuntamenti e ricco di ospiti. La Pro Loco “Artemisia”, l’Amministrazione Comunale e tutti i cittadini di San Sosti, sono impegnati da tempo per preparare al meglio questo evento, al fine di accogliere la tanta gente che verrà ad assistere alla manifestazione e poter far vivere, nel migliore dei modi, i bei momenti che il Carnevale sa regalare. La madrina della manifestazione sarà Miss Calabria, Erica Cunsolo. Sono previsti tre giorni di festeggiamenti e ce ne sarà per tutti, grandi e piccini. In questa edizione del Carnevale, come del resto anche in quelle passate, si cercherà di dare molto spazio ai bambini; infatti, nel programma, ci sono diversi appuntamenti per loro, già dal primo giorno. Il Carnevale inizierà domenica 22, con la novità dell’anno: il Guinness dei Primati “Bicchierata2009”. Si metteranno in fila 2009 bicchieri riempiti di vino che attraverseranno via Nazionale, il cuore del paese; alla fine, dopo che un giudice attesterà il guinness, si brinderà tutti insieme per dare il benvenuto agli ospiti. Questo evento sarà trasmesso in diretta televisiva su Video Calabria 8, nella trasmissione Suono Tremendo. Concluderanno la serata i “Zona Briganti” in concerto. Lunedì 23, ancora spazio ai bimbi con le mascherine dell’Istituto Comprensivo di San Sosti, in sfilata per le vie del paese. Martedì 24, al culmine di questa edizione del carnevale sansostese, ci sarà la sfilata dei carri allegorici e delle maschere. La passerella per le vie del paese verrà accompagnata dalla madrina del Carnevale, Miss Calabria, dalle Majorettes di Parenti, dagli sbandieratori di Bisignano. Sarà presente, come ospite d’onore, l’artista e talento del ballo, partecipe della trasmissione di Canale 5 “Amici di Maria De Filippi”, Gianluca Lanzillotta. Va sottolineato che ci sarà una cospicua presenza di altri paesi, che  nell’occasione della grande manifestazione portano a San Sosti, in sfilata, i propri carri, le proprie maschere e, con essi, le proprie tradizioni ed i propri costumi. Segno tangibile di grande intesa con i vicini paesi e dell’indiscussa importanza che riveste il carnevale sansostese in tutta la Valle dell’Esaro. Questo carnevale affonda le radici nella storia; le sue prime manifestazioni risalgono all’800, epoca in cui era predominante il risvolto culturale della manifestazione. Rappresentava, in quei tempi, l’unica occasione in cui la classe contadina  della Valle dell’Esaro, trovava sfogo per opporsi ai proprietari terrieri che dominavano, con prepotenza e avidità, queste terre. In quegli anni, il carnevale veniva così rappresentato e vissuto. Aveva un grande valore antropologico e sociale, rappresentativo delle condizioni di un tempo e, come tale,  molto originale e innovativo per quell’epoca. Il carnevale era un’occasione di teatro, in cui gli attori erano  i protagonisti della società di quel tempo nella rappresentazione dei “Dodici mesi dell’anno con Capodanno e la moglie d’Aprile”. Fu ben presto riconosciuto, a livello nazionale, come grande manifestazione socio-culturale. Oggi, ci rimangono le pubblicazioni  che portano alla conoscenza dei posteri il periodo ed i costumi originali di quella gente e che sono conservati nel Museo Nazionale delle arti e tradizioni popolari di Roma e, a loro, è dedicata un’ampia stanza. Per il futuro, si guarda sempre più in alto e, in cantiere, ci sono tante idee da realizzare per mantenere ad alti livelli la tradizione carnevalesca sansostese. Queste idee sono abbastanza chiare per la Pro Loco Artemisia che ha grandi progetti, come ci dice in un’intervista il presidente, Dott. Carmelo Sirimarco: “Ci stiamo impegnando per dare l’anima al Carnevale sansostese, siamo coscienti della grande tradizione che abbiamo ereditato dalle passate generazioni e, noi oggi, abbiamo il compito, con le nuove tecnologie e soprattutto con le idee innovative dei giovani, di continuare a lavorare per portare il carnevale sansostese ai livelli di un tempo”.

P.s.: Domenica 22, alle ore 17,30 sarà presentato il gruppo folclorico “A pacchianeddra sansustisa

Raffaele Rosignuolo

Annunci

3 risposte a “Trentacinquesima edizione del Carnevale sansostese

  1. Perdo solo pochi secondi per fare i miei più vivi complimenti ai realizzatori del carnevale sansostese, che dopo anni ho visto rialzarsi e dare una immagine un pò più viva. Ho visto moltapi gente, molta più partecipazione, e peccato che siamo nell’anno delle lezioni, altrimenti molta più gente si sarebbe esposta ed avrebbe fatto di più. Naturalmente i complimenti più sentiti vanno alla Pro Loco ed al suo presidente, che hanno messo vero e duro impegno per far vivere qualche giornata diversa a chi davvero ne aveva bisogno: “il sansostese”. Bravi e sempre così

    Mi piace

  2. ma l’estrazione dei biglietti l’hanno fatta?
    tra di loro si dice…..tenendo allo scuro tutta la popolazione….
    poi si parla di scandalo! loro sa cantanu e loru sa sonanu….

    Mi piace

  3. l’estrazione è stata fatta il giorno di Carnevaletto,sabato 28 febbraio, nei locali dell’ex scuola materna durante la festa che la Pro Loco ha organizzato per TUTTA la cittadinanza….!!!quindi prima di parlare informatevi…non state sempre a giudicare il lavoro degli altri,soprattutto in maniera anonima…GRAZIE ….

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...